Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Ancora un week-end sotto l'acqua per molte regioni, entriamo nei dettagli

Due perturbazioni rovineranno l'ennesimo fine settimana italiano. Sarà domenica la giornata peggiore. All'estremo sud peggiorerà però solo dalla sera.

In primo piano - 18 Novembre 2010, ore 09.50

Nuovo fine settimana, nuova perturbazione pronta a fare suo lo Stivale. Il motore di tutto sarà un centro depressionario ben strutturato a tutte le quote, con diversi minimi secondari che dall'Atlantico trasferiranno il loro raggio di azione sul Mediterraneo.

Il blocco depressionario poi proseguirà la sua corsa verso l'Europa orientale per andare ad agganciare lunedì nei pressi della Russia una saccatura in discesa dal vortice polare. Da qui il probabile proseguo freddo della vicenda. Ma andiamo per gradi, concentrando le nostre attenzioni su questo nuovo peggioramento festivo.

Due perturbazioni in arrivo dal grande oceano. La prima, attesa per la giornata di sabato, distenderà la sua nuvolosità al nord, al centro e sulla Sardegna. Si tratterà di un fronte caldo di poche pretese, capace comunque di elargire qualche pioggia su Piemonte occidentale, bassa Valle d'Aosta, alta Lombardia, Liguria, Emilia e Toscana. Spruzzate di neve sui relativi tratti alpini fino a 1000-1200 metri.

Il meridione assisterà invece al transito di qualche addensamento irregolare al mattino, ma godrà di un pomeriggio in prevalenza soleggiato e mite.

Nel frattempo da ovest una più organizzata perturbazione sopraggiungerà di gran carriera, fino a "tamponare" la prima. Ecco che, a partire dalla notte su domenica, si assisterà ad una generale intensificazione delle precipitazioni al nord e al centro. Al primo mattino possibili acquazzoni anche sulla Sardegna occidentale.

I fenomeni più intensi su Liguria, Torinese, alto Piemonte, bassa Valle d'Aosta, Liguria, alta Lombardia e alto Veneto, in particolare la zona dolomitica. Possibili temporali sul Lazio. Rovesci in estensione prima di sera anche alla Campania. Quota neve attesa in rialzo sulle Alpi da 1000 fino a 1400-1500 metri, stabile in Appennino tra 1800 e 2000 metri. Fenomeni più discontinui ma ugualmente possibili sulle regioni adriatiche.

Nel pomeriggio parziale attenuazione delle precipitazioni al nord ad eccezione della Liguria e del Friuli Venezia Giulia. Qualche schiarita tra Toscana, est Emilia, Romagna e basso Veneto. Venti sostenuti meridionali, soprattutto al centro, al sud e sulle Isole Maggiori con mari mossi. Temperature in calo al nord, stazionarie su valori complessivamente ancora piuttosto miti sul resto del Paese.

 


Autore : Luca Angelini

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 02.12: A8 Milano-Varese

blocco coda

Code causa tratto chiuso nel tratto compreso tra Allacciamento A9 Lainate-Como Chiasso (Km. 10,7) e..…

h 01.37: A26 Genova-Gravellona Toce

incidente

Incidente nel tratto compreso tra Allacciamento Diramazione Gallarate-Gattico (Km. 161,6) e Borgoma..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum