Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Ancora diversi giorni di caldo ma con qualche temporale in più, poi...

Nei prossimi giorni prevista in accentuazione l'instabilità a sfondo temporalesco soprattutto al nord. Lieve flessione delle temperature ma ancora caldo umido fastidioso. Una luce in fondo al tunnel.

In primo piano - 30 Giugno 2019, ore 09.20

Tende gradualmente ad attenuarsi l'onda anticiclonica ricolma d'aria calda subtropicale che ha determinato una improvvisa esplosione dell'estate sul Mediterraneo, accompagnata da temperature davvero elevate. Con l'arrivo della prossima settimana le cose saranno destinate almeno in parte a cambiare, soprattutto al nord il profilo generale delle temperature dovrebbe rientrare almeno in parte verso valori di caldo più normali, e anche prevista una accentuazione dell'attività temporalesca pomeridiana e serale concentrata soprattutto lungo Alpi, Prealpi e Valpadana. Questa situazione di instabilità troverà risposta in una attenuazione del campo anticiclonico che viaggerà di pari passo con una riduzione delle temperature prevista anche in quota. Questo processo renderà la vita più facile allo sviluppo di qualche fenomeno convettivo più organizzato. Ecco la previsione del modello europeo sulle precipitazioni previste mercoledì 3 luglio:

Viene prevista una riduzione delle temperature che viaggerà di pari passo con l'aumento nei valori di umidità relativa, quindi un passaggio da condizioni di caldo secco a condizioni afose. Su diverse regioni le temperature previste nei prossimi giorni saranno ancora piuttosto fastidiose, soprattutto durante le ore notturne. Ecco le anomalie di temperatura previste dal modello europeo per giovedì 4 luglio:

Quando avrà davvero fine questa fase di caldo così intenso? Una risposta a questa domanda ancora non possiamo svelarla, tuttavia già da alcuni aggiornamenti i modelli mettono in evidenza il passaggio di una perturbazione più organizzata a cavallo tra il termine della prima e l'esordio della seconda decade di luglio, potrebbe trattarsi di un passaggio instabile atlantico accompagnato da una diminuzione delle temperature e seguito da aria più frescache potrebbe interessare quantomeno le regioni settentrionali con una pressione più sensibile delle temperature. Al momento si tratta più di un'ipotesi che di una vera previsione, pertanto l'affidabilità rimane ancora scarsa ma non da trascurare.


Autore : William Demasi

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum