Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Analisi modello europeo: peggioramento del fine settimana posticipato, ma accentuato

Bel tempo fino a mercoledì. Debole passaggio instabile tra giovedì e venerdì e peggioramento più serio tra domenica e lunedì.

In primo piano - 20 Aprile 2015, ore 09.15

Inizia abbastanza bene la nuova settimana in Italia. Come avevamo anticipato qualche giorno fa, l'alta pressione in sede inglese si collegherà con una struttura altopressoria presente sul nord Africa. Il collegamento tra le due figure stabilizzanti passerà proprio sul Mediterraneo centro-occidentale, inglobando anche gran parte del nostro Paese.

La prima cartina, valida per la giornata di mercoledì 22 aprile, promette bel tempo quasi per tutti ad eccezione delle regioni meridionali e forse il basso Adriatico, ancora lambite dalle correnti fredde in fuga verso l'Europa orientale. Su queste zone avremo ancora qualche locale disturbo.

Notate il corridoio anticiclonico sopra citato che tuttavia non avrà vita lunga sulla nostra Penisola nei giorni seguenti, a causa di ripetuti attacchi da ovest delle redivive correnti atlantiche.

...correnti atlantiche che piloteranno una prima debole perturbazione che tra giovedì e venerdì attraverserà la nostra Penisola (seconda cartina a lato) portando un aumento della nuvolosità e qualche fenomeno in marcia dalle regioni settentrionali verso il centro-sud.

Dalla cartina si nota inoltre la scomparsa dell'alta pressione in sede inglese, sostituita da una depressione che nei giorni seguenti piloterà nuove perturbazioni verso il nostro Continente.

Insomma, si andrà verso un assetto primaverile più tradizionale, senza l'ingerenza di correnti fredde orientali o settentrionali.

 

Dopo una breve fase di bel tempo che interverrà sull'Italia tra venerdì e sabato, nella serata della giornata festiva (sabato 25 aprile) avremo l'approccio di una nuova saccatura da ovest (terza figura a lato). Le correnti di richiamo da sud daranno luogo ad un aumento delle temperature al centro-sud, mentre al nord assisteremo ad un crescendo di nuvolosità, che almeno per il momento non darà luogo a fenomeni significativi (forse qualche precipitazione sulle zone esposte alle correnti meridionali, ad esempio le Prealpi e la Liguria). 

 

Durante la giornata di domenica 26 aprile, alle nubi si assoceranno le prime precipitazioni, in un crescendo che interesserà nell'arco della giornata gran parte delle regioni settentrionali e forse la Toscana.

La fase di massimo maltempo per il centro-nord viene però individuata (sempre dal modello europeo) nella notte tra domenica 26 e lunedì 27 aprile (quarta cartina a lato).

In questo frangente potrebbero arrivare precipitazioni anche di un certo spessore al nord, che tenderanno ad estendersi al centro all'inizio della prossima settimana.

Rispetto al modello americano, il collega europeo posticipa quindi il peggioramento del week-end di circa 12-15 ore. Vedremo chi avrà ragione.

Se metti "Mi piace" sulla nostra pagina Facebook riceverai i nostri aggiornamenti meteo direttamente sulla tua bacheca di Facebook e potrai interagire con tutti gli altri nostri fan: https://www.facebook.com/MeteoLive 

 

 

 

 

 


Autore : Paolo Bonino

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum