Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Analisi modelli: cosa succederà nella prima decade di luglio?

Tutti si chiedono se l'estate tornerà anche al nord e se continueranno questi sbalzi termici al centro-sud.

In primo piano - 25 Giugno 2014, ore 10.00

Stamane il modello americano continua con la sua linea coerente a disegnare uno schema barico che penalizza il nord, soggetto a frequenti ricadute temporalesche anche durante la prima decade di luglio, coinvolgendo a tratti anche il centro e lasciando ancora una volta il sud in balia del caldo anche intenso ma anche di sbalzi termici notevoli nel giro di pochi giorni.

Insomma per gli americani il caldo non riuscirebbe ad impossessarsi del settentrione ed in parte arrancherebbe anche al centro, mentre l'estate proseguirebbe senza intoppi sul meridione pur nell'alternenza tra sbuffi africani e moderate Maestralate. 

Il canadese invece fiuta la possibilità che l'affondo saccaturale di venerdì 4 luglio non colpisca il nord, ma sprofondi sull'ovest del Continente, attivando una risposta calda un po' su tutte le regioni almeno per 72 ore. Sarebbe in questo caso estate piena anche al nord e si placherebbe l'attività temporalesca persino sul settore alpino.

Sempre il canadese poi fa intendere che il vortice potrebbe essere riagganciato dalle correnti atlantiche, ma in fondo il canadese stamane sorride a chi vorrebbe l'estate farsi strada con coraggio su tutta la Penisola e scaldare l'acqua del mare.

Ed ecco gli inglesi: la loro è una strada intermedia, vedono come i canadesi la saccatura stentare un po' nell'avanzata verso levante, ma con il nord ancora sufficientemente coinvolto dall'instabilità e il centro-sud invece sufficientemente protetto dal solito cuneo anticiclonico africano. In ogni caso la strizzatina d'occhio al canadese è evidente e non va certamente trascurata dai previsori.

Battere l'americano sul lungo termine non è sempre facile, ma se i due modelli insistessero su questa linea anche nella prossima emissione è facile che anche l'americano si adegui e finisca per "leggere" questo inceppamento.

Una cosa è certa: al sud l'estate resterà comunque dominatrice, sul resto d'Italia la partita è invece tutta ancora da giocare.
 

 


Autore : Alessio Grosso

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum