Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Analisi e dettagli sul picco di MALTEMPO in arrivo

Dettagli sull'importante figura di BASSA pressione che interesserà i settori centrali d'Europa (compreso quindi anche il nostro Paese) negli ultimi giorni di febbraio 2016.

In primo piano - 25 Febbraio 2016, ore 17.30

Una nuova, IMPORTANTE figura di bassa pressione, condizionerà il tempo atmosferico italiano negli ultimi giorni di Febbraio. Tutto verrà creato da una vistosa "iniezione" d'aria polare-marittima che intraprenderà il suo lungo percorso dagli estremi settori nord-occidentali dell'oceano Atlantico (Groenlandia - Canada) per poi dirigersi rapidamente verso i settori occidentali del Mediterraneo, laddove prenderà vita una circolazione importante di bassa pressione.

L'ingresso del sistema perturbato sul Mediterraneo, verrà di fatto facilitato dalla presenza di una vasta area prospicente l'Italia, inserita già in un contesto di bassa pressione; questo nuovo corpo nuvoloso non avrà quindi alcuna difficoltà a penetrare sul nostro territorio, richiamando davanti a sè una forte ventilazione di Scirocco.

Sabato 27 ci attendiamo un FORTE peggioramento delle condizioni atmosferiche a partire dalle regioni del nord, nonchè sui settori centrali e settentrionali tirrenici. Neve posta a bassa quota soprattutto sul Piemonte, sino a sfiorare quote prossime la pianura. Neve abbondante sulle Alpi, Scirocco impetuoso sul resto d'Italia, con tempo in rapido peggioramento anche al centro.

Domenica 28 le precipitazioni intense coinvolgeranno anche la Sardegna e le regioni centrali tirreniche, mentre una breve ed effimera pausa asciutta caratterizzerà il tempo delle regioni settentrionali, schiarite anche sui versanti adriatici meridionali e sulla Sicilia.

Dalla serata di domenica e poi nell'ultimo giorno di febbraio, lunedì 29, la nostra depressione metterà in gioco masse d'aria fredde ed instabili di origine ARTICA. Provenienti dalla Penisola Scandinava, queste masse d'aria faranno soltanto in parte breccia sul bacino del Mediterraneo; il calo della temperatura sarà quindi piuttosto limitato ed interesserà soprattutto i settori settentrionali, con particolare riferimento dell'arco alpino.

Assai più importante sarà invece l'apporto di vorticità assimilato da una già "potente" depressione mediterranea che proprio nella giornata di lunedì 29, venendo riagganciata dalla corrente a getto polare, porterà con sè un ragguardevole valore minimo di pressione (990hpa). Alla luce degli aggiornamenti attuali, la sua posizione finale POTREBBE collocarsi a cavallo tra il mar Ligure e l'Alto Tirreno. Le precipitazioni, dopo aver fatto visita le regioni centro-meridionali e la Sardegna, tornerebbero quindi ad interessare il nord, accanendosi questa volta con maggior decisione sull'angolo nord-orientale (Triveneto).

Soltanto con l'arrivo di marzo ci attendiamo un miglioramento parziale delle condizioni atmosferiche, con la risoluzione di una importante fase di maltempo. Tuttavia le insidie potrebbero non essere finite qui. Dettagli nell'articolo della sera.


Autore : William Demasi

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 05.36: A25 Torano-Pescara

rain

Pioggia nel tratto compreso tra Allacciamento A24 Roma-Teramo (Km. 72) e Cocullo (Km. 121,8) in e..…

h 05.30: A30 Caserta-Salerno

rain

Pioggia nel tratto compreso tra Allacciamento A1 Milano-Napoli e Salerno - Raccordo Salerno-Avellin..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum