Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Ambiente e salute: lottiamo insieme contro i TUMORI, cosa mangiare?

Vademecum a cura della lega italiana contro i tumori.

In primo piano - 15 Gennaio 2016, ore 09.39

Il cancro: il nostro incubo...la peste del secolo. Come prevenirlo? Come difenderci da questa subdola minaccia? Il nostro quotidiano appoggia con forza la lega italiana per la lotta contro i tumori nel suo sforzo di sensibilizzazione della popolazione al fine di "allenarla" a combattere ad armi pari contro un simile flagello.

Ecco allora una sintesi del vademecum pubblicato dalla lega italiana contro i tumori:

FUMO: nemico numero 1
Il fumo di sigaretta uccide 85.000 persone all'anno solo in Italia. Le uccide in diversi modi: tumore del polmone, del cavo orale, della laringe, dell'esofago, del pancreas del rene e della vescica.

Inoltre provoca: enfisema polmonare, bronchite cronica, infarto miocardico e patologie cardio e cerebro-vascolari. Si può calcolare che più di della metà delle persone che fumano regolarmente sigarette morirà a causa del fumo e perderà in media dai 10 ai 15 anni di vita.

Sono terminologie e cifre che ci fanno venire la pelle d'oca. Il gesto di accendersi la sigaretta è un lento suicidio quotidiano e più lungo è il tempo in cui si continua a fumare più il suicidio diventa reale e tragicamente concreto.

La società cambia e con essa il nostro modo di vivere e i suoi problemi. Dal tumore, visto come malattia sociale, dobbiamo difenderci con tutti i mezzi di cui disponiamo, con una prevenzione ad ampio raggio che non trascuri nessun aspetto, compresa l'alimentazione.

COSA DOBBIAMO MANGIARE E COSA DOBBIAMO EVITARE? La verdura fa bene anche cotta, ma è bene mangiarla subito o conservarla in frigorifero. Le fibre, contenute in tutti i vegetali, favoriscono la funzione intestinale e sono con buona probabilità protettive nei confronti dei tumori del colon-retto; si trovano maggiormente nei CEREALI possibilmente integrali (grano, mais, riso e orzo) e nei LEGUMI (piselli, fagioli, ceci, lenticchie...).

Gli alimenti che contengono betacarotene sono amici soprattutto dei fumatori perché riducono il rischio di tumori dell'apparato respiratorio. Il betacarotene lo troviamo non solo nelle carote ma anche nella frutta e verdura specialmente di colore giallo, arancione e verde scuro.

Mangiate anche molti CAVOLFIORI! La vitamina C, che si trova in natura negli agrumi e anche in tutta la frutta e la verdura cruda, impedisce l'attivazione di molte sostanze cancerogene.

EVITATE I GRASSI È bene ridurre il consumo di grassi animali (burro, formaggi, carne e salumi) che favoriscono l'insorgere delle malattie cardiocircolatorie e sembra anche dei tumori del colon, della mammella e della prostata. Mangiamo carne magra (coniglio), tanto pesce e pollame senza pelle.

Per condire usiamo l'olio extra vergine di oliva. Abituiamoci ad usarlo anche per friggere (non esageriamo con i fritti!) cambiandolo dopo ogni frittura. I salumi oltre ad essere grassi sono anche conservati con NITRATI che possono favorire la formazione di sostanze cancerogene nello stomaco. Non abusiamone mai!

MENO DOLCI, MENO CICCIA Controllare i grassi ed i dolci a tavola diminuisce anche il rischio di un eccessivo aumento di peso o addirittura dell'obesità. L'obesità aumenta le possibilità di ammalarsi di tumore al corpo dell'utero, cistifellea, mammella e colon. Contro l'obesità oltre a controllare l'alimentazione è importante bere meno alcolici. I cibi integrali anche in questo caso ci aiutano perché saziano senza ingrassare.

CAMMINATE E FATE ATTIVITA' FISICA!

L'ALCOOL L'ltalia è al secondo posto in Europa nel consumo di bevande alcoliche. Male! Troppo alcool etilico non fa bene, ed è presente non solo in tutti i super alcolici, ma anche nel vino e nella birra. Il vino può essere un amico solo se preso in piccole dosi. Due bicchieri al giorno al massimo per l'uomo, uno per la donna.

SOLE Il sole è fonte di vitale benessere se vi è un'esposizione graduale, in ore adatte, opportunamente distanziate e con una corretta protezione. Un'esposizione eccessiva e priva di protezione può produrre effetti dannosi sia per la pelle che per l'organismo.

La cute perde elasticità e i raggi ultravioletti (UVA/UVB) diventano responsabili di eritemi ("scottature"), nonché dell'invecchiamento precoce della pelle. Inoltre l'esposizione ai raggi ultravioletti aumenta il rischio di tumori della pelle.

INQUINAMENTO E' estremamente complesso e difficoltoso fornire stime affidabili della quota di mortalità per tumori attribuibili a cancerogeni presenti nell'ambiente di lavoro e di vita. In ogni caso, l'attenzione per le cause occupazionali del cancro rappresenta una priorità per la ricerca, la medicina del lavoro e la sanità pubblica, poiché una volta identificato un cancerogeno è possibile ridurne sostanzialmente o eliminarne l'esposizione. Il principale inquinante ambientale è stato con tutta probabilità lo smog delle grosse concentrazioni urbane, soprattutto a causa di un possibile sinergismo col tabacco, per cui i fumatori sarebbero molto più sensibili a questo fattore di rischio.

Tuttavia, l'inquinamento delle città è diminuito un po' negli ultimi anni, per cui è verosimile che anche le morti per tumore dovute all'inquinamento urbano tendano in prospettiva a diminuire.

L'inquinamento ambientale è inoltre associato a picchi di patologia respiratoria e cardiovascolare acuta. Evitiamo di camminare nei viali più trafficati nelle ore di punta, proteggiamoci senza vergogna con la mascherina quando rimaniamo all'aperto in zone inquinate, apriamo le finestre di casa dopo che il grande traffico del mattino e della sera si è smaltito e soprattutto aeriamo i locali quando soffia vento forte! Radiazioni

Le radiazioni si distinguono in:
- ionizzanti, ossia cosmiche e del suolo, nonché i residui degli esperimenti nucleari nell'atmosfera degli anni '50 e '60, nonché radiazioni utilizzate a scopo medico, e il cui uso potrebbe in qualche misura venire ulteriormente razionalizzato.

- non ionizzanti, principalmente i raggi solari e le altre fonti di radiazioni ultraviolette, che causano i tumori della pelle, inclusi i melanomi, e sono responsabili dell' 1% circa delle morti per tumore in Italia. E' importante quindi evitare esposizioni acute e violente ai raggi solari, soprattutto nelle ore centrali della giornata, e in particolare nei bambini. Anche l'utilizzo a scopo abbronzante dei raggi UVA va evitato.

Vi sono ricerche in corso per definire se i campi elettromagnetici a frequenza estremamente bassa (elettrodotti) implichino un qualche aumento di rischio di leucemie infantili. Ogni eventuale rischio - se pur esistente - sarebbe comunque estremamente modesto. I timori relativi ai campi ad alta frequenza (onde radio, telefoni cellulari, microonde) sono invece basati su dati del tutto aneddotici, e sono quindi ad oggi non giustificati.

Speriamo di farvi fatto cosa gradita e vi rimandiamo al sito della lega italiana per la lotta contro i tumori per ulteriori approfondimenti.


Autore : Report di Alessio Grosso

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 05.43: A16 Napoli-Canosa

rain

Pioggia nel tratto compreso tra Allacciamento A1 Milano-Napoli e Vallata (Km. 104,2) in entrambe..…

h 05.42: A1 Roma-Napoli

rain

Pioggia nel tratto compreso tra Frosinone (Km. 623,8) e Barriera Di Napoli Nord (Km. 739,7) in en..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum