Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Alta pressione, poi NEVE E GELO all'orizzonte?

L'alta pressione tenterà di impadronirsi delle nostre regioni, ma la sua roccaforte seguiterà ad essere sbilanciata verso ovest. Verso la fine del mese aria molto fredda potrebbe scivolare lungo il suo bordo orientale ed interessare anche la nostra Penisola.

In primo piano - 17 Dicembre 2008, ore 12.22

L'anticiclone "ammazza inverno" ci prova, ma probabilmente farà i conti senza l'oste. Non è la prima volta quest'anno che la figura stabilizzante atlantica tenta di allungarsi verso la nostra Penisola. Il suo allungo magari riesce per un po', poi qualcosa va storto ed il suo cuore caldo fugge via, in pieno oceano. Il gioco delle anomalie termiche oceaniche, quest'anno, non è congeniale allo stabilirsi degli anticicloni sull'Italia. C'è poco da fare. Al largo dei banchi di Terranova è presente ormai da 2 mesi un'anomalia termica di oltre 5 gradi rispetto alle acque circostanti. Tale anomalia si comporta come una "calamita" per le alte pressioni. E' vero che gli anticicloni sono figure subdole, opportuniste, ma se non hanno substrati favorevoli su cui appoggiarsi difficilmente "attecchiscono" in un determinato luogo. L'anno scorso l'anomalia termica era molto più orientale, nei pressi dei Golfo di Biscaglia. Guarda caso tutti gli anticicloni finivano lì ed impedivano all'inverno italico di estrinsecarsi al meglio. Nei prossimi giorni il vortice polare tornerà a rinforzarsi. Questo imporrà un'accelerazione del getto sul centro-nord Europa ed il conseguente allungo dell'alta pressione sull'Italia. Si tratterà solo di una sua propaggine, che garantirà comunque tempo buono e abbastanza mite per alcuni giorni sulla Penisola. Verso la fine del mese, il getto dovrebbe nuovamente rallentare. L'alta pressione, di conseguenza, tornerà nei luoghi a lei più congeniali (l'Oceano Atlantico più caldo), per poi puntare addirittura verso nord. Inutile dire che per l'Italia si aprirebbero le porte del freddo. Difficile, al momento, quantificare quanto freddo arriverà da noi. L'eccessiva distanza previsionale impone cautela. Se l'alta delle Azzorre dovesse fondersi con l'anticiclone ibrido russo (ma in via di termicizzazione) si potrebbe profilare un'ondata di freddo e neve d'altri tempi per la nostra Penisola. Per ora fermiamoci qui. La situazione è altamente stimolante, ma ancora suscettibile di cambiamenti.

Autore : Paolo Bonino

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum