Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Alta pressione messa alle strette dal flusso atlantico la prossima settimana?

A partire dalla giornata di lunedì, la giostra depressionaria atlantica ricomincerà a girare. Interessata in un primo tempo l'Europa centro-occidentale, poi forse anche l'Italia.

In primo piano - 29 Agosto 2008, ore 11.08

L'espansione dell'alta pressione delle Azzorre verso il nostro Continente ha dato linfa vitale alla stagione estiva nel corso di questa settimana. Anche le zone del nord Italia duramente martoriate dai temporali di luglio e agosto hanno potuto assaporare un po' di vera estate mediterranea. Ora l'anticiclone delle Azzorre sta segnando nuovamente il passo. Al suo posto prenderà piede un affondo perturbato che nei prossimi giorni farà peggiorare il tempo su gran parte dell'Europa centro-occidentale. L'Italia, in una prima fase, se la caverà con la solita rimonta africana "di risposta" al flusso e fino alla giornata di domenica la "dittatura" del sereno non dovrebbe essere messa in discussione. A seguire, l'azione di erosione delle correnti occidentali ai danni del cuneo altopressorio potrebbe iniziare a dare i suoi frutti. Tra lunedì e martedì è previsto il transito di un primo debole cavo d'onda, che si limiterà a "sporcare" i cieli del nord e del centro, senza fenomeni particolari (a parte qualche temporale sulle Alpi). Tra il giorno 3 e il giorno 4, invece, le correnti perturbatrici oceaniche tenteranno un affondo più convinto verso il bacino occidentale del Mediterraneo. L'insorgenza di umidi venti meridionali potrebbero esaltare la fenomenologia al settentrione e su parte del centro, con l'arrivo di alcune precipitazioni. Per il sud, invece, lo sblocco della situazione potrebbe richiedere più tempo, dato che l'anticiclone africano non mollerà facilmente la presa. Estate al capolinea, quindi, per il nord? Presto per dirlo, ma se l'affondo depressionario fosse davvero efficace, le temperature verrebbero limate non poco ed il caldo potrebbe battere in ritirata. E' presto, comunque, per affrontare i dettagli (la scadenza previsionare è oltre i 5 giorni). Sta di fatto che la stabilità assoluta sembra venir seriamente compromessa da un flusso atlantico via via più energico.

Autore : Paolo Bonino

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum