Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

ALLARME GHIACCI: in Antartide si sciolgono più velocemente del previsto!

Le immagini da satellite e gli studi effettuati negli ultimi 10 anni confermano un trend di scioglimento da 5 a 8 volte superiore al previsto.

In primo piano - 23 Settembre 2004, ore 09.43

Le preoccupazioni maggiori per il ritmo di scioglimento dei ghiacci sono venute, negli ultimi anni, principalmente dall'artico, ossia dalla calotta glaciale intorno al Polo Nord. Nel 2002 ad esempio si distaccò dalla banchisa un blocco grande quanto lo stato americano del Delaware. Oggi l'attenzione è puntata anche sull'Antartide, al Polo Sud, perché il riscaldamento globale sta accelerando i ritmi di scioglimento dei ghiacci da 5 a 8 volte in più del previsto. Fino ad ora l'Antartide aveva subito meno gli effetti del riscaldamento atmosferico ed oceanico grazie al fatto di poggiare su una piattaforma continentale e di avere una consistenza maggiore rispetto all'Artico. Gli ultimi dati raccolti dal satellite della NASA (Landsat 7) e rielaborati dall'Università di Boulder in Colorado non lasciano dubbi: le perdite per sgretolamento dal fronte ghiacciato vicino al mare sono maggiori degli apporti nevosi all'interno, nonostante questi siano aumentati nel corso degli anni. Tra il 1995 e il 2002 la piattaforma di ghiaccio denominata Larsen B (la più vicina al Sud America) è collassata in mare ad un ritmo 5 volte maggiore di quanto si osservava in precedenza e addirittura, fra il 2003 e il 2004 si sono toccate punte di 8 volte superiori alla norma. Di conseguenza si è avuto un aumento degli iceberg alla deriva nell'oceano e una riduzione della massa complessiva dei ghiacciai di quasi 17000 km quadrati (una superficie estesa come il Lazio) con una riduzione dello spessore di 38m. Negli ultimi 60 anni la temperatura media dell'aria in quelle zone è aumentata di 2.5 gradi (nel mondo si sono avuti 0.6-0.7 gradi in più nell'arco di un secolo) ed è questo il fattore che ha determinato uno scioglimento più veloce. Se continuasse questo trend negativo, secondo alcuni ricercatori americani, le ripercussioni sui cambiamenti climatici già in atto ma non del tutto comprovati, sarebbero più serie sulle zone costiere, visto che l'aumento del livello del mare sarebbe maggiore di quanto si era valutato finora (ossia 90cm entro il 2100).

Autore : Simone Maio

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum