Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Africa, Azzorre o correnti fresche nell'estate di luglio?

Un'analisi probabilistica di quella che potrebbe essere l'effettiva intensità della nuova fase anticiclonica africana prevista tra fine giugno ed inizio luglio, senza dimenticarsi della grossa influenza che potranno avere le depressioni atlantiche sul tempo atmosferico italiano

In primo piano - 22 Giugno 2012, ore 17.50

Nel pomeriggio di ieri un violento temporale si è abbattuto su diversi settori piemontesi portando scompiglio, provocando danni e spaventando qualche persona. Curiosando in giro per la rete, puntualmente c'è chi accusa questi episodi come spie di un deleterio cambiamento climatico a livello mondiale. Un'estremizzazione dei fenomeni atmosferici che porteranno sempre più problemi e arrecheranno danni alle nostre attività.

A voler essere obbiettivi non c'è niente di tutto questo! Con l'arrivo di aria più fresca di origine atlantica a sostituirsi a quella calda e secca portata dall'anticiclone africano possono benissimo avvenire fenomeni di questo tipo. Il periodo estivo purtroppo, volenti o dolenti fa "pagare" il prezzo di un relativo refrigerio con un ricambio d'aria, distribuendo fenomeni talvolta di forte intensità.

Così passata la prima onda anticiclonica africana, il tempo dei prossimi giorni si presenterà un pò più instabile, con temporali sparsi che specialmente nella giornata di domani si presenteranno nuovamente su alcuni settori di val padana.

Ci si comincia a domandare, arrivati a questo punto dell'estate meteorologica, quali scenari potrà presentare il mese di luglio.

In questo periodo dell'anno le aree anticicloniche sono favorite nel loro insediamento sul Mediterraneo e pare proprio che l'alta pressione nord-africana voglia lasciare un segno del suo passaggio in questa estate 2012.

Dopo una pausa con temperature un poco più fresche, nuovamente temperature in aumento e caldo intenso quindi. Ma quali caratteristiche potrebbe presentare questa nuova rimonta anticiclonica?

Lo scenario più probabile attualmente, è l'arrivo dell'alta pressione africana in conseguenza di un grosso affondo ciclonico che averrebbe tra oceano Atlantico e penisola Iberica. A partire dalla prossima settimana questo affondo ciclonico sarebbe responsabile dell'innesco di una grossa ondata di calore che interesserebbe l'Italia per diversi giorni portando temperature molto elevate. La rimonta anticiclonica in questione arriverebbe in un periodo estivo che inizia a farsi "maturo" e ci sono grosse probabilità che essa possa presentarsi più incisiva rispetto a quella attuale. Probabilità 60%

Lo scenario meno probabile prevede un interessamento più marginale del settentrione italiano da parte dell'anticiclone. Si avrebbe quindi tempo sempre buono ma in un contesto termico più gradevole al nord, mentre il grosso del caldo resterebbe relegato solo al centro-sud. Le probabilità che arrivi solo una variante "attenuata" dell'anticiclone africano purtroppo sono piuttosto basse. Circa 30%.

Spostando l'attenzione sul lunghissimo termine, saranno da monitorare e valutare attentamente le mosse del grande lago di aria fresca a ridosso dell'Europa occidentale. Fresco portato dalla stessa depressione atlantica che sarà responsabile dell'ondata di calore prevista sul suolo italiano e che in una seconda fase potrebbe essere responsabile (in prospettiva) di un break tipico estivo.

 


Autore : William Demasi

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 00.56: A27 Mestre-Belluno

rallentamento

Veicoli lenti nel tratto compreso tra Fadalto-Lago Di S.Croce (Km. 66,8) e Vittorio Veneto Sud (Km...…

h 00.52: A27 Mestre-Belluno

rallentamento

Veicoli lenti nel tratto compreso tra Fadalto-Lago Di S.Croce (Km. 66,8) e Vittorio Veneto Sud (Km...…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum