Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

A piccoli passi verso un nuovo cambiamento del tempo

Una nuova circolazione di bassa pressione proverà a far breccia sui settori centrali del Mediterraneo ma saranno necessari ancora diversi giorni di attesa.

In primo piano - 4 Maggio 2016, ore 17.10

Un campo modesto di alta pressione tende già in queste ore a rinforzare sui settori centrali del Mediterraneo; trattasi in realtà di una struttura anticiclonica piuttosto complessa, una parte del calore tende infatti ad affluire sui settori più settentrionali d'Europa, laddove va a costituirsi una cellula autonoma d'alta pressione in sede scandinava che risulterà determinante anche nel plasmare la circolazione atmosferica prevista sul Mediterraneo tra la prima e la seconda decade di maggio. Una parte del calore influenza anche il tempo di casa nostra, portando proprio in questi giorni una risalita considerevole della colonnina di mercurio che già si manifesta sui settori più occidentali del nostro Paese, ma che nei prossimi giorni guadagnerà anche i versanti adriatici e le regioni orientali.

Con l'isolamento di una cellula autonoma d'alta pressione sulla penisola Scandinava, sperimenteremo un indebolimento della struttura anticiclonica sul bacino del Mediterraneo già sul finire della settimana corrente; sarà in questa fase che potremo giocarci le maggiori chances d'avere qualche isolata manifestazione termoconvettiva lungo i rilievi del nostro Appennino durante le ore centrali del giorno, a testimonianza di una stagione ormai avanzata, nella quale si fa sentire il peso della radiazione solare incidente sulla superficie terrestre.

Con l'inizio della prossima settimana (lunedì 9 - martedì 10) una vasta depressione sull'ovest Europa, tenderà ad avvicinarsi con estenuante lentezza verso i settori centrali del Mediterraneo; la nostra penisola verrebbe raggiunta da addensamenti nuvolosi sfrangiati che interesserebbero soprattuto la Sardegna, i versanti tirrenici e le regioni di nord-ovest.

La recisione parziale della corrente a getto in sede oceanica e la presenza del'alta pressione sull'est Europa e sulla Penisola Scandinava, renderà difficoltosa l'avanzata della depressione verso i settori centrali del Mediterraneo, tuttavia seppur con una lunga "gestazione" ed una infinita sequenza di addensamenti nuvolosi disorganizzati in progressione da ovest verso est, un cambiamento più deciso delle condizioni atmosferiche in chiave instabile, sembrerebbe a tutti gli effetti realizzarsi nella seconda decade di maggio, momento in cui la nostra depressione verrebbe almeno in parte agganciata da un nuovo apporto d'aria fredda proveniente direttamente dal Mare del Nord e della sede scandinava occidentale.

A quel punto un passaggio frontale più organizzato, potrebbe effettivamente manifestarsi su una buona fetta del nostro territorio nazionale. 

Conferme o smentite nei prossimi aggiornamenti.
 


Autore : William Demasi

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 19.57: SS33 Del Sempione

problema sdrucciolevole

Fondo stradale dissestato a 2,415 km prima di Incrocio Ponte Di Masone - SS549 Di Macugnaga (Km. 11..…

h 19.51: A6 Torino-Savona

blocco

Tratto chiuso nel tratto compreso tra Fossano (Km. 49,3) e Savona-Zinola-Vado-Alla.. A10 Ge-..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum