Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

A 20 metri dall'acquazzone

L'atmosfera è sempre capace di stupirci.

In primo piano - 13 Maggio 2010, ore 10.59

Come molti avranno notato, negli ultimi mesi ho sensibilmente ridotto gli editoriali sulle cause del cambiamento climatico e sulle possibili prospettive future.

Confesso che l'argomento mi ha molto nauseato, anche perchè noto sempre di più che è impossibile un confronto civile con chi crede di avere la verità in tasca ed è in grado di influenzare le masse solo perchè occupa spazi televisivi di rilievo, senza mai avere un dubbio, dico mai, ripeto mai, sul ruolo dell'uomo nel Global Warming.

E' come chi ha sposato i "dogmi" di un partito politico: si rifiuta di leggere qualcosa che sia diverso da saggi, giornali e pubblicazioni che ne sostengano le idee e i principi.  Così non si fanno e non si faranno mai passi avanti.

Allora ho preferito gettarmi nell'avventura dei documentari, per respirare un'aria nuova e sperimentare nuove emozioni a contatto con la natura. E i libri? Ne scriverò ancora, è certo. C'è già in cantiere la mia quinta fatica, ma occorrerà tempo.

Intanto ci pensa la natura a tenerci desti: proprio martedì pomeriggio ha dato un saggio della sua potenza. Di fianco al mio studio milanese c'è una scuola. Alle 16.30 si assiste alla tradizionale uscita pomeridiana dei bimbi, che questa volta coincide con il passaggio di un forte temporale. Solitamente le mamme con prole al seguito si intrattengono a parlare fra loro per diversi minuti, facendo lievitare un chiacchericcio spesso degno delle baruffe chiozzotte. 

Il nero arriva quasi all'improvviso. Passa senza colpo ferire e senza disturbare il loro piccolo concerto. Forse si illudono che ormai non possa accadere più nulla, invece il bello sta per arrivare.

Sull'altro lato del viale infatti qualche istante dopo la visuale delle case ad una distanza non superiore ad un centinaio di metri improvvisamente sparisce e il fragore di una cascata si sovrappone rapidamente alle loro voci. Sulla scuola però incredibilmente ancora non piove.

Il diluvio è a 20 metri ma le mamme sono tutte così coinvolte dalla conversazione, così poco abituate ad osservare il cielo che stanno sottovalutando il suo arrivo. Ancora una manciata di secondi trascorsi senza cercare riparo, quelli fatali.  

Partono le urla dei bimbi, divertiti come non mai, almeno loro. Le gocce si moltiplicano all'istante: è doccia. La violenza dell'acquazzone lascia senza parole. C'è chi si rifugia al volo in macchina, chi sotto qualche balcone, chi apre l'ombrello tentando di limitare l'inzuppata che però è inevitabile. Il vento spinge l'acqua trasversalmente, che pare d'essere massaggiati dalle spazzole dell'autolavaggio. Il fuggi fuggi si completa in meno di un minuto. Il diluvio prosegue imperterrito ma la perla che l'ha impreziosito rimarrà quella iniziale: quella cascata che avanza, che taglia la via, che cancella il paesaggio urbano, che spezza la routine della vita trascorsa in mezzo all'asfalto, che ci regala una carezza della natura.


Autore : Alessio Grosso

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 13.47: A23 Palmanova-Tarvisio

coda

Code per 2 km causa traffico congestionato nel tratto compreso tra Svincolo Di Tarvisio Sud (Km. 1..…

h 13.46: A14 Bologna-Ancona

incidente

Incidente nel tratto compreso tra Bologna San Lazzaro (Km. 22,2) e Castel S.Pietro (Km. 38,2) in..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum