Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

"Wall-cloud": la nube a muro

Da questa nube possono nascere i tornado più devastanti.

In primo piano - 3 Aprile 2009, ore 10.20

Queste nubi spaventose fanno parte di un sistema temporalesco di forte intensità del tipo supercella. D’improvviso si isolano dal contesto del cumulonembo principale e subiscono un abbassamento, definito tecnicamente "lowering", in direzione del suolo, assumendo la tipica forma a parete. Il contrasto tra l’aria fredda in discesa e l’aria calda risucchiata all’interno della nube può generare una pericolosa rotazione che ben si evidenzia osservando i “diablotins”, diavoletti o fractus alla base della nube. In altre parole se vedete dei piccoli vortici composti da nubi sfrangiate puntare verso il suolo invorticandosi, la formazione di un tornado sarà prossima. Una “wall cloud” può comparire in pochi minuti ed ha un diametro anche superiore ai 5 km. Una nube del genere non sceglie la zona sulla quale sono in atto le precipitazioni legate al temporale per formarsi ma si organizza nel suo bordo meridionale. Affinché da una nube a parete si organizzi un tornado sarà però necessario un forte richiamo di aria caldo-umida dal suolo, tecnicamente "inflow", di una ventilazione incrociata alla diverse quote ("wind-shear" del tipo positivo) e infine di una notevole spinta ascendente nella parte più alta del cumulonembo, definita tecnicamente "updraft".

Autore : Redazione

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum