Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Quello che verrà dopo l'alta pressione: l'irruzione fredda di metà gennaio

Con il tramonto dell'alta pressione prenderanno il sopravvento le correnti gelide provenienti dalla Russia. Tra il 13 e il 15 gennaio è previsto un drastico calo delle temperature al di sotto delle medie e un peggioramento che potrebbe decretare il ritorno della neve anche fino a quote molto basse su diverse regioni d'Italia.

In primo piano - 4 Gennaio 2013, ore 12.02

 Promessa mantenuta, almeno sulla carta: se da alcuni giorni vi abbiamo indirizzato sulle intenzioni che sembravao trapelare sul dopo anticiclone meteolive.leonardo.it/news/In-primo-piano/2/E-dopo-l-alta-pressione-/39991/ e meteolive.leonardo.it/news/In-primo-piano/2/La-tendenza-a-lungo-termine-ecco-quali-prospettive-si-aprono-dopo-il-10-gennaio/39978/, anche in virtù delle vicende in atto nella stratosfera polare, quest'oggi siamo qui a confermare quanto scritto e, se vogliamo, a rincarare la dose.

Le corse dei modelli deterministici infatti hanno iniziato a fiutare con cognizione di casa la forzante potenzialmente in arrivo dalla stratosfera e a tracciare una prima linea di tendenza che stiamo ricostruendo, per renderla attendibile dal punto di vista prognostico. Il vortice polare si spaccherà in due per l'intrusione di un doppio attacco anticiclonico, l'uno dal settore aleutinico (oceano Pacifico), l'altro da quello Atlantico (alta delle Azzorre).

Come avrete compreso sarà proprio il nostro crasso anticiclone anomalo che contribuirà a generare una situazione parimenti anomala ma diamentralmente opposta già a partire dalla metà del mese. Tra il 13 e il 15 gennaio infatti un blocco di aria freddissima si metterà in moto dalle steppe russe e centrerà in pieno l'Italia.

E 'previsto un calo delle temperature anche sensibile. Gli scenari attualmente in nostro possesso ci mostrano un calo fino a 8-10°C al di sotto delle medie stagionali, il che significa un volo di ben 20°C rispetto alla mitezza dell'Epifania.

Naturalmente per quei giorni ci aspettiamo anche un peggioramento delle condizioni atmosferiche con concreto rischio di nevicate fino a quote molto basse o pianeggianti. Al momento sembrano favorite le regioni adriatiche e il sud, per via dei venti da est, ma dopo la metà del mese rientrerà in gioco anche il nord per chiudere il cerchio e mantenere la promessa fatta dal generale inverno, ma il quadro dei fenomeni è ancora tutto da inquadrare e sarà senz'altro oggetto dei nostri prossimi aggiornamenti.

Rimanete con noi!


Autore : Luca Angelini

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 06.52: A4 Milano-Brescia

coda rallentamento

Code causa traffico intenso nel tratto compreso tra Svincolo Di Pero e Svincolo Di Cormano (Km. 131..…

h 06.52: A52 Tangenziale Nord Di Milano

coda rallentamento

Code a tratti causa traffico intenso nel tratto compreso tra Barriera Di Sesto S.Giovanni (Km. 3,7)..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum