Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

...quando il temporale da "terrestre" diventa "marittimo"...

Le due Isole Maggiori ed il sud Italia sperimenteranno i primi temporali marittimi della stagione. La prossima settimana, invece, il rischio di estenderà a tutto il Tirreno ed alla Liguria.

In primo piano - 1 Settembre 2010, ore 09.38

Un fulmine nube-mare ramificato.

Quante volte vi siete trovati su una spiaggia in piena estate, mentre alle vostre spalle (sui rilievi retrostanti) infuriano rovesci o temporali? Sicuramente, dopo aver udito il primo tuono, sarete scappati, pensando che da un momento all'altro il temporale avrebbe potuto raggiungervi.

Nella maggior parte dei casi, invece, dopo una mezzoretta di "baccano", la quiete estiva torna ad invadere le spiagge, senza che nulla sia successo.

I temporali sui rilievi, difatti, sono una prerogativa del periodo estivo e non sono necessariamente il segnale che il tempo si stia guastando.

Il potere stabilizzante del mare in estate è notevole, soprattutto nelle ore più calde, quando il divario termico gioca a sfavore della costruzione delle nubi sugli specchi d'acqua.

Quando la stagione estiva è ormai agli sgoccioli, il potere stabilizzante del mare viene meno. Nel semestre freddo, difatti, il Bacino del Mediterraneo spesso si trasforma in una fucina di temporali, i quali spesso guadagnano terreno verso le coste, causando anche dei nubifragi.

Quando compaiono i temporali marittimi, significa che la terraferma sta perdendo calore a scapito degli specchi d'acqua (che hanno un potere calorico nettamente maggiore). Significa, in poche parole, che l'estate è agli sgoccioli.

I primi temporali marittimi della stagione sono attesi sulla Sardegna, sulla Sicilia e sulla Calabria tra giovedì e sabato. I massimi effetti si avranno in mare aperto, ma le strutture poi tenderanno a sconfinare verso le coste delle suddette zone, causando fenomeni anche intensi.

La prossima settimana, invece, potrebbe essere il turno delle coste tirreniche e della Liguria. Il transito di un sistema frontale, che oggi appare intenso, innescherà diverse situazioni temporalesche che dal mare sconfineranno verso la terraferma.

Quali sono le caratteristiche dei temporali marittimi? Per prima cosa la quasi totale assenza di grandine, a scapito di masse d'acqua notevoli, assai più voluminose dei temporali "di terraferma".

Anche i tuoni sono differenti: nel temporale di terraferma sono secchi e brevi; nei temporali marittimi invece sono cupi, potenti e di lunga durata.


Autore : Paolo Bonino

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 03.23: A25 Torano-Pescara

problema

Mezzi spargisale in azione nel tratto compreso tra Sulmona-Pratola Peligna (Km. 136,8) e Casauria-T..…

h 03.15: A1 Milano-Bologna

rain

Pioggia nel tratto compreso tra Fiorenzuola (Km. 74) e Terre di Canossa - Campegine in entrambe l..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum