Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

"La dialettica di quel tipo funziona e fa paura, va fermato"

Al popolo dei "serristi" Grosso dà proprio fastidio.

In primo piano - 19 Marzo 2009, ore 14.53

Quella riportata è solo una delle tante affermazioni che trovo molto spesso nelle stanze di discussione della concorrenza, soprattutto di quella legata alle posizioni serriste più integraliste e farisee. Il tipo sarebbe il sottoscritto, reo evidentemente di aver ricevuto da Madre Natura il dono di una modestissima dialettica e di usarla per confutare i dogmi ambientlisti sul "global warming". Tutto è partito dal 2003, cioè dalla pubblicazione del mio primo romanzo e soprattutto da quando il nostro quotidiano, dopo aver presentato per anni le note posizioni "verdi" rispetto al "global warming", si è accorto che qualcosa non quadrava, che l'informazione scientifica sull'argomento era a senso unico e ha deciso di cambiare linea. La redazione si è documentata, ha riportato dati, letto saggi di indubbio valore scientifico, ascoltato e riportato pareri in controtendenza e si è esposta nella persona del suo Caporedattore cercando di far ragionare la popolazione su quanto ci è stato propinato per anni in modo brutale sulle sorti del clima della Terra. Migliaia di lettori ci hanno ringraziato e ci considerano anche oggi MeteoLive una delle poche testate che, con estrema semplicità, riesce a contrastare il delirio catastrofista di certo ambientalismo e anche di una parte del mondo scientifico, che non tollera che qualcuno possa raccontare una verità diversa dalla loro. Abbiamo dato fastidio e hanno provato a metterci il bavaglio. Il punto è che noi portiamo i dati a sostegno delle nostre teorie controcorrente e diamo ancora più fastidio, così ci tengono lontani da radio, televisioni, carta stampata e provano a fare proseliti anche tra i giovanissimi sui vari forum con il risultato che, per non giocarsi l'amicizia nel gruppo dei pari, in questo caso degli appassionati della disciplina, nessuno osa sostenerci, un conformismo inquietante. In definitiva in Italia non è ammesso dire che il Global Warming è un falso problema, che serve solo a riempire le pance dei membri dell'Ipcc, per sovvenzionare le varie associazioni in difesa dell'ambiente, per investire soldi dello Stato in ricerche inutili sull'adattamento del Gipeto all'innalzamento delle temperature medie, per gli studi sulle energie alternative che dopo 20 anni di proclami, di spinte ed incoraggiamenti sono ancora quasi al palo. Scarsa volonta politica si dice. E si va avanti a carbone e petrolio e presto si tornerà al nucleare. Certo che non va bene inquinare, nessuno vuole prendersi il cancro perchè si mangia l'insalata alla diossina, ma questo con il clima cosa c'entra? Non è certo diminuendo di poche parti per milione la concentrazione di anidride carbonica che ci ammaleremo di meno. Abbiamo portato all'attenzione di tutti gli studi sulla "bufala" del buco dell'ozono, abbiamo dimostrato che in passato la Terra è stata assai più calda di oggi senza che per questo vi fosse un incremento degli eventi estremi, anzi è stato evidenziato da studi comparati che proprio nei periodi freddi gli eventi estremi diventano più frequenti ed intensi. E' stato dimostrato da diversi scienciati americani che esiste un ciclo multidecadale degli uragani e che il loro aumento in ogni caso non è automaticamente riconducibile al rialzo delle temperature globali. Sono stati pubblicati decine di articoli sull'importantissimo ruolo svolto dal sole nella termoregolazione del Pianeta, abbiamo visto che spesso il tasso di anidride carbonica ha seguito le oscillazioni termiche, e non viceversa. Abbiamo portato all'attenzione di tutti come molti dati termici raccolte dalle stazioni di rilevamento siano stati influenzati dalla presenza delle cosiddette "isole di calore" eppure ugualmente omologati come segnale inequivocabile riscaldamento del Pianeta. Abbiamo riportato tutti i dati relativi alla salute dell'Antartide che sono inconfutabili, stiamo seguendo senza tanti pianti da prefica la preoccupante ma nient'affatto drammatica situazione dei ghiacci polari, così come non si dovrebbe fare un dramma per il ciclico arretramento o addirittura totale possibile fusione dei ghiacciai alpini, di cui, come molti altri, abbiamo incolpato l'andamento positivo dell'oscillazione nord atlantica che, unitamente ad uno sganciamento verso nord dell'anticiclone subtropicale, ha confinato spesso il flusso perturbato delle perturbazioni atlantiche di diversi gradi più a nord rispetto al passato. Abbiamo dimostrato come l'aumento della temperatura non sarà in ogni caso infinito e difficilmente potraà seguire lo schema proposto dall'Ipcc perchè nel frattempo i meccanismi di retroazione innescati dal pianeta stesso per "autoregolarsi" cercheranno di bilanciare il presunto surplus termico che si sta veneendo a creare. E' da sciocchi pensare che il clima della Terra possa rimanete stabile e costante a 15°C, non siamo regolare a piacimento il termometro del Pianeta come fossimo in un appartamento. Le leggi del clima non sono ancora ben lungi dall'essere conosciute dalla comunità scientifica, eppure molti di costoro pretendono di sapere cosa accadrà tra 50-100-150 anni. Potremmo continuare per ore ma ritengo che già sia sufficiente carne al fuoco per aiutarci a ragionare meglio sul reale stato di salute del nostro Pianeta.

Autore : ALESSIO GROSSO

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 19.26: S01 Strada Grande Comunicazione Fi-Pi-Li (per Livorno)

rain

Pioggia nel tratto compreso tra Svincolo Pontedera Ovest-Ponsacco (Km. 55) e Svincolo Gello-Bivio A..…

h 19.26: A12 Genova-Rosignano

coda rallentamento

Code a tratti causa traffico intenso nel tratto compreso tra Recco (Km. 22,8) e Genova Est (Km. 4,2..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum