Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

"Fa troppo freddo, non può nevicare... anzi sì" - seconda parte

Ecco una serie di solidi argomenti per smentire uno tra i più diffusi luoghi comuni che affollano le chiacchiere meteo da ascensore.

In primo piano - 30 Dicembre 2006, ore 09.27

Dopo aver descritto, nel precedente articolo, alcune situazioni in cui la neve è effettivamente caduta con temperature molto al di sotto dello zero (e talvolta anche copiosa), e dopo aver spiegato l'origine del famoso luogo comune "se fa troppo freddo non può nevicare" (sbagliato, ma dovuto alla frequente coincidenza tra anticiclone e temperature basse), passiamo ad esaminare perchè tale luogo comune non ha senso anche dal punto di vista scientifico. In poche parole, le ragioni sono principalmente due: 1 - Il concetto di freddo è legato alla senzazione umana e spesso non è oggettivo 2 - Il luogo ove si formano i fiocchi di neve è sempre molto lontano da noi Per quanto riguarda il primo punto, ricordo benissimo in più di un'occasione di aver sentito affermare che "fa troppo freddo per nevicare" quando in realtà io avevo appena registrato temperature addirittura sopra lo zero. E' evidente che in quel caso la sensazione di freddo era acuita dal vento o dall'umidità. In quel caso in realtà per la neve era troppo caldo! Per quanto riguarda il secondo punto c'è parecchio da dire: E' vero in realtà che i fiocchi di neve, per formarsi come tali, hanno bisogno di temperature non troppo basse, attorno ai -5, -10. Questo anche perchè se la temperatura è troppo bassa l'umidità contenuta nell'aria è minore. Ma è anche vero che i fiocchi di neve che osserviamo cadere davanti ai nostri occhi si sono formati sempre molto lontano da noi, anche chilometri, quindi non ha alcun senso legare le loro presenza alla temperatura (o peggio alla sensazione di freddo) che registriamo al suolo. In particolare poi esistono due tipiche situazioni da neve caratterizzate da aria relativamente "calda" in quota, là sopra dove si formano i fiocchi, ed aria molto fredda al suolo. Una è quella del classico fronte occluso, che spesso accompagna le ondate fredde e nevose del BURIAN. Questo fronte è tipicamente organizzato con una conca relativamente "calda" in quota (comunque sempre sotto zero perchè le quote sono superiori ai 4000-5000 m), che sovrasta due diverse masse fredde al suolo, la più fredda delle quali in certi casi può essere anche davvero gelida (vento da nordest in inverno). Dal contatto delle tre masse, quella calda e le due fredde, si originano, in inverno, nevicate anche abbondanti, ma con temperature che al suolo possono essere davvero molto fredde. Un'altra tipica situazione che può provocare neve abbondante con temperature basse è quella del fronte caldo appena dopo un'invasione fredda. Siccome l'aria fredda è più pesante di quella calda, dopo un lungo periodo di anticiclone continentale freddo (con freddo siccitoso, gelo, nebbie e strati nuvolosi bassi: in questo caso il luogo comune in questione è rispettato!) si forma uno spesso strato di aria gelida nelle valli e nelle pianure. In quei casi la prima perturbazione atlantica che riesce ad arrivare, relativamente tiepida e molto umida, scorre sopra il cuscino freddo. Allora, dal contatto delle due masse d'aria, si possono avere copiose nevicate in pianura con temperature anche molto al di sotto dello zero. Un'ultima nota da aggiungere riguarda il fatto che comunque le temperature in montagna sono quasi sempre molto più basse che in pianura o in collina (in media 0.6 gradi in meno ogni 100 m). Ad esempio a 1500-2000 m è facile che nevichi con temperature anche prossime ai -10, per non parlare delle vette più alte ove la neve frequentemente cade con temperature inferiori ai -10. Ebbene i fiocchi che scendono lassù sono gli stessi che in certi casi riescono a scendere più in basso fino ad imbiancare le nostre città. Inutile dire che quei fiocchi, avendo "sopportato" temperature così gelide in quota, non possono certo "spaventarsi" delle temperature, anche se fredde, presenti quaggiù da noi! Non è quindi di certo quel relativo "freddo" ad impedire le nevicate.

Autore : Marco Scozzafava

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum