Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

"Apocalisse bianca" e "l'alba del giorno dopo": in libreria e al cinema si scopre un nuovo filone legato all'ambiente

Nascono film eco-catastrofici e meteo-thriller.

In primo piano - 18 Novembre 2004, ore 12.40

Cambio climatico, effetto serra, eventi catastrofici correlati: il filone ambientale tira moltissimo nel mondo, lo dimostra il successo di "Apocalisse bianca", il primo meteo thriller italiano, genere fino ad ora assolutamente sconosciuto e praticamente inventato da Alessio Grosso. Se "Apocalisse bianca", peraltro non molto pubblicizzato dagli italiani, esterofili di natura, ha fatto molto parlare di sè, figuriamoci la macchina da business americana supportata dalle immagini. Infatti "l'alba del giorno dopo" ha riempito le sale dei nostri cinema, tenendo conto che nel nostro Paese si ha la brutta abitudine di leggere poco ma di farsi una bella overdose di immagini, specialmente quelle che mostrano tragedie, violenza e catastrofi. Proprio così, siamo anche sadici... "Ci copieranno" aveva dichiarato recentemente Fiorenza Mursia, ma non credo intendesse parlare del film americano, in lavorazione quasi contemporaneamente ad "Apocalisse Bianca" senza che gli autori delle rispettive opere sapessero nulla l'uno dell'altro, il discorso era semmai rivolto alle prossime produzioni ed opere letterarie. Oltretutto la trama del libro e del film è nettamente differente: da una parte si parla di eruzioni vulcaniche con una nube che si espande per tutta l'Europa e la neve che cade in pieno luglio a Roma, (ma la narrazione va per gradi e rimanda ad un seguito), nel film si riparla di buco dell'ozono, si fa una panoramica mondiale e si sparano subito tutte le cartucce con immagini spettacolari. Tutti coloro che hanno letto il libro, saranno forse andati al cinema o lo acquisteranno in DVD, ma potrà anche accadere che coloro che si recheranno al cinema, per approfondire l'argomento, si rechino poi in libreria ad acquistare "Apocalisse bianca" e l'annunciato seguito, cioè "Apocalisse rossa". Insomma: sono nati nuovi filoni, ci fa piacere che l'Italia sappia competere con gli States, se non al cinema, perlomeno in libreria...

Autore : Andrea Marradi

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum