Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Il rumore della neve 2

Una bella pagina di letteratura popolare sulla neve inviata da un affezionato lettore.

I vostri articoli - 30 Gennaio 2004, ore 09.04

Carissimi amici di MeteoLive, il titolo di questo articolo è improprio perchè non c'è nulla da aggiungere al bellissimo articolo di Alessio Grosso in cui sono descritti in modo meraviglioso rumori e sensazioni che sono parte di milioni di persone che come noi amano la neve. La foto di quel bambino fa poi tornare alla mente tanti episodi nevosi felici di quando eravamo bambini. Sono ricordi che nessuno può portare via perchè sono dentro di noi. Rimane tuttavia l'amarezza perchè ormai da troppo tempo non viviamo più nevicate come quelle, sicuramente ora non potremmo più divertirci come allora, ma sarebbe bello provare ancora le stesse sensazioni che provavamo, almeno per qualche ora. E' inutile qui da noi non nevica più: (Pedemonte Veneto). Se mi fermo a pensare ritornano alla mente numerosi episodi nevosi, ciascuno con la sua storia e la sua gioia, sempre grande. In particolare ricordo con molta gioia il mio risveglio nevoso. Da piccolo mi ha sempre svegliato la nonna paterna, solitamete dopo avermi accarezzato il naso, mi diceva che era ora di alzarsi, se c'era la neve la frase di rito era (la scrivo in dialetto): "Varda Luigi cossa che ghe nè sta matina, ghe nè al mus ingiathà in piatha", tradotto: "guarda Luigi cosa c'è questa mattina, c'è un asinello gelato in piazza". Ora altre nonne non possono dire altrettanto ai loro nipoti che ne avrebbero il diritto. Ma lo scopo di questo articolo non era questo, io volevo aggiungere che tra i segnali del risveglio nevoso c'è anche il suono delle campane. Se avete un campanile vicino sicuramete sentite battere le ore e suonare l'Ave Maria del mattino. Il battito delle campane assume un particolare suono ovattato e sordo durante una nevicata e più sordo è, più intensa è la precipitazione in atto. L'Ave Maria di un mattino nevoso è poi inconfondibile, avviene quando è ancora buio o quando appena albeggia, e mentre normalmente il "don" delle campane è prolungato, quando nevica non c'è rindondanza. Volevo fare i complimenti a tutti voi per l'ottimo servizio che date, continuate così.

Autore : Luigi Buogo

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum