Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Analisi evoluzione: fresca instabilità al centro-nord,sud in attesa

Il commento meteorologico di un nostro appassionato lettore

I vostri articoli - 3 Novembre 2000, ore 10.28

La situazione attuale vede le nostre regioni settentrionali interessate da cielo molto nuvoloso o coperto,con annesse piogge,a tratti anche di forte intensità e persistenti, che stanno concentrandosi per il momento sul settore nord-occidentale. Nel giro di poche ore le precipitazioni aumenteranno di intensità anche sul settore est del settentrione e si estenderanno alle regioni centrali,interessate da nuvolosità non compatta che alterna aperture ad addensamenti,anche consistenti,che danno luogo ad episodi di rovesci,come stamattina presto sulla capitale. La quota neve si mantiene per ora a quote abbastanza elevate,ma è prevista in calo per il settore est Alpi,dove domattina le precipitazioni nevose potrebbero spingersi fino ai 1400-1500 metri.Il sud verrà raggiunto solo nella giornata di domani,ma sembra confermato che le piogge,di moderata intensità,investiranno la Campania e la Calabria,per poi piegare con più decisione verso est e quindi interessare maggiormente le regioni appenniniche e quelle del basso Adriatico. La Sicilia dovrebbe essere quindi solamente sfiorata,anche se fenomeni isolati,anche sottoforma di rovescio,potranno avvenire data l'instabilità presente in zona.Per quanto riguarda le temperature è previsto un sensibile calo su tutto il centro-nord per l'entrata del fronte freddo,mentre il sud vedrà un temporaneo ulteriore aumento per correnti di richiamo. Al nord sarà possibile che si presenti un episodio favonico,per altro di breve durata,visto il rapido ritorno dei venti alla disposizione da sud-ovest per l'avvicinarsi di un nuovo sistema frontale.L'impressione comunque è quella che il forte campo anticiclonico ad est stia esercitando una resistenza più forte del previsto,attuando una parziale frontolisi sulle onde perturbate che di continuo arrivano da ovest. Ed a tal proposito,tutta questa situazione è mossa e guidata ormai da parecchie ore da un'intensa quanto ampia ed energica depressione che vede il suo motore centrato sull'Inghilterra.La continua alimentazione da nord con aria sui -8°/-10° ad 850 hPa e lo scontro con l'aria caldo-umida Mediterranea hanno assicurato una miscela "esplosiva"che nei giorni scorsi ha causato purtroppo vittime e danni ingenti in Francia e Germania,colpite da venti a livello di uragano e piogge torrenziali.Nel vortice depressionario troviamo valori di pressione molto bassi,sui 955-960 hPa e geopotenziali di 4950-5000 metri alla superficie di 500 hPa. Quindi questo enorme ciclone guida e proietta corpi nuvolosi sull'Europa e sul Mediterraneo,e così sull'Italia.Nelle prossime ore il vortice,grazie all'azione di blocco offerta dall'alta Russa ad est sembra intenzionato a salire di latitudine e quindi a diminuire la sua sfera d'influenza;contemporaneamente sull'Islanda è in formazione un altro minimo,che sarà spinto verso sud proprio da quello attuale,che provvederà con le sue correnti ad alimentarlo nella fase iniziale garantendone l'approfondimento e la definitiva formazione. La posizione che andrà ad assumere sarà sempre la stessa,con perno sulle isole Britanniche ed al riguardo le carte in quota sono eloquenti,indicando per l'inizio settimana prossimi una vasta saccatura sul Mediterraneo centrale con un marcato calo della pressione sull'Italia e geopotenziali sui 5400 metri che coprono il nord.Le correnti di richiamo sembrano,a guardare i modelli,molto intense,ed altrettanto appaiono quelle fredde al seguito,che potrebbero dar vita,ed entriamo nel lungo termine,ad un minimo in pieno Mediterraneo,alimentato proprio da queste correnti portate dal fronte freddo. Depressione che andrebbe a centrarsi sul Tirreno influenzando le regioni meridionali ed Adriatiche,attivando correnti di bora.Secondo le carte ad oggi disponibili quindi,sembra debba aprirsi una parentesi di maltempo piuttosto prolungata,ma mentre per il peggioramento di domani non ci sono più dubbi,per quello della prossima settimana è meglio aggiornarci nelle prossime ore e prendere quanto detto sopra come linea di tendenza generale.

Autore : Daniele Lanzarone

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 01.55: SS640 Di Porto Empedocle

problema rallentamento sdrucciolevole

Traffico rallentato, fondo stradale scivoloso a 1,032 km prima di Incrocio Favara Nord (Km. 16,7)..…

h 01.53: SS626 Della Valle Del Salso

problema sdrucciolevole

Fondo stradale scivoloso nel tratto compreso tra 5,577 km dopo Incrocio Ponte Besaro/Incrocio SS191..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum