Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Il clima della Puglia

Il clima della Puglia evidenzia temperature sicuramente tra le più calde in Italia. E' quanto appare da un esame delle temperature medie dal 1945 al 1998.

I tipi di clima - 15 Ottobre 2001, ore 07.51

"Convivere con il caldo", questa è la parola d'ordine d'estate in Puglia. Il mese più caldo è sicuramente il mese di agosto, anche se in alcune località si possono riscontrare le stesse temperature anche in luglio. Nei territori vicino a Cerignola e San Severo, si sono toccati valori intorno a 45°C; nelle stesse località e a Foggia, in inverno, si registrano per contro, quasi ogni anno, temperature minime al di sotto dello zero. Lo stesso si può dire anche per la Murgia Alta. A sud dell'Ofanto, nella pianura che costeggia il litorale, le temperature minime al di sotto dello zero non sono invece così frequenti, mentre più frequenti lo sono nel Salento e poi sino a S. Maria di Leuca. Le temperature minime perdurano comunque per pochi giorni ( ad eclusione della zona di Foggia e Bari dove si possono registrare diversi giorni sottozero) e non raggiungono marcati valori negativi, anche se, in alcune annate, i raccolti sono andati completamete distrutti a causa del gelo e sulle alture si sono raggiunti i - 9 ( Temperatura record a Monteleone -12°C) Detto sopra del clima caldo è arido, decisamente mediterraneo; diremo che l'afflusso di venti umidi occidentali è ostacolato dagli Appennini e che solo le correnti dal mare, da NNE e da sud hanno il loro percorso facilitato. La siccità estiva dura anche lunghi periodi ed è solo in parte mitigata da isolati ma poco frequenti temporali dovuti alla brusche variazioni delle condizioni meteorologiche che apportano i venti da est. Questi temporali inoltre, sono spesso accompagnati più da numerose scariche elettriche, che da veri scrosci d'acqua. La piovosita estiva assume quindi valori molto bassi, con qualche eccezione per il Gargano; solo l'autunno e l'inverno si dimostrano più generosi, apportando quelle quantità d'acqua tanto necessarie al Tavoliere. Le precipitazioni sono tra le più basse in Italia e vedono quantità d'acqua annue che variano mediamente da 250 a 700 mm. Non è comunque il Tavoliere la zona più calda (anche se in alcune località si registrano i valori più alti); più caldo è sicuramente il Salento, dove le temperature, influenzate dal mare, hanno minori escursioni. Il Salento è anche la zona privilegiata dalle piogge che qui raggiungono e a volte superano gli 800 mm. annui. Queste sono più abbondanti in autunno nella parte settentrionale della regione, mentre la parte centrale e meridionale risultano più piovose in inverno. Le grandinate non sono, bontà loro, molto frequenti e preferiscono manifestarsi in primavera e in autunno; a volte però sono consistenti e dannose. Le precipitazioni nevose non sono rarissime, specie in questi ultimi anni; interessano anche le pianure , dove peraltro hanno permanenza limitata. Sono lontani comunque i tempi in cui, come si rileva da alcuni documenti, "la neve cadeva fino a 5 m." I venti sono in genere moderati; predominano la Tramontanta, chiamata localmente Bora, l'Ostro e lo Scirocco.

Autore : Redazione

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 00.35: A2 Autostrada del Mediterraneo

vento-forte

Vento forte nel tratto compreso tra Svincolo Frascineto-Castrovillari (Km. 194,3) e Svincolo Sibari..…

h 00.27: SS340 Regina

incidente

Incidente a 600 m prima di Incrocio Brienno (Km. 13,8) in entrambe le direzioni…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum