Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Il clima della Corsica e informazioni turistiche

Un'isola fantastica tra neve e mare con mille micro-climi.

I tipi di clima - 18 Settembre 2001, ore 08.28

L’orografia influenza in modo determinante la distribuzione dei fenomeni meteorologici sull’isola. Vi sono infatti notevole differenze sul piano locale dovute all’esposizione dei versanti, alle mutevole condizioni dei venti e, fatto ancor più importante, all’altitudine. Le differenze più marcate infatti si evidenziano tra le zone costiere e quelle montuose superiori a 1000 m. Queste ultime infatti sono molto più fresche e piovose, specie nelle zone più interne. Intorno al lago artificiale di Calacuccia (m.855) , cadono in media circa 1200 mm annui di pioggia, come intorno al massiccio di Bavella e all’altro lago artificiale di Ospedale. Ancora più abbondanti e frequenti i fenomeni che si registrano intorno al Monte Vergio (1477 m.) e al Monte Cinto, il monte più alto dell’isola (2707 m) dove cadono anche 1700 mm annui di pioggia. Le zone più basse, quelle costiere o della pianura, hanno precipitazioni più contenute. La costa che va da Calvi a St. Florent riceve infatti circa 500 mm annui mentre precipitazioni ancora inferiori possono ricevere le coste meridionali. Bastia e Ajaccio, pur essendo sulla costa, ricevono invece circa 900mm di precipitazioni la prima e 700 mm la seconda. La costa orientale risulta più umida e piovosa, grazie all’azione dei venti di Grecale e di Scirocco, mentre la costa occidentale, esposta ai venti di Libeccio che apporta precipitazioni nelle vallate interne, è generalmente più secca. L’effetto del vento si fa sentire sui diversi valichi dell’Isola dove grazie alle vallate, spesso si forma un effetto Venturi, e lungo i versanti è facile trovare alberi orientati strutturalmente in direzione del vento. In tutta la regione le stagioni più piovose risultano l’autunno e l’inverno. Ad altitudini superiori a 1300 metri le nevicate sono piuttosto frequenti e copiose, anche se tendono a sciogliersi facilmente, subito rimpiazzate però da altre nevicate. Le giornate di gelo intorno ai 1300 m. si possono comunque contare sulle dita. La siccità estiva è breve, temperata dall’influenza delle zone montane e dal mare. Temperature estreme possono raggiungere i 36°C d’estate specie al meridione e nelle zone a rara vegetazione. Sulle cime più alte si possono avere, d’inverno, anche temperature di diversi gradi sotto lo zero. E’ nel complesso un’isola molto verde, con grandi foreste, numerosi piccoli laghi, torrenti e corsi d’acqua , che gode di una vegetazione a tratti lussureggiante e a tratti di selvaggia bellezza. La temperatura media delle massime nel mese più caldo e di circa 27.7°C e nel mese più freddo di 13,2°C La media annuale è di 20°C Altre informazioni per chi volesse visitare la Corsica Formalità valutarie: nessuna Documenti per l’espatrio: per i cittadini italiani la sola carta d’identità non scaduta- per soggiorni di durata superiore ai tre mesi bisogna richiedere un permesso di soggiorno alla Prefettura francese. Assistenza sanitaria: ottima – munirsi presso le nostre ASL del modello E111 per l’assistenza sanitaria d’emergenza all’estero. Per la Corsica è in uso un sistema di assistenza indiretta. In caso di assistenza sanitaria le Autorità Corse provvedono al ricovero presso pubbliche strutture ospedaliere a Nizza o Marsiglia. Moneta . Franco Francese- Euro dal 1.1.2002 – Religione. Cattolica – Lingua. Francese – L’Italiano è parlato in molte località frammisto a forme dialettali Zone a rischio- sicurezza: Non vi sono particolari zone a rischio, la popolazione locale gode tutta di un certo benessere e atti criminosi, peraltro limitati, sono posti in atto da occasionali turisti. Si raccomanda comunque di porre in atto tutte le cautele che di solito poniamo in Italia. La cortesia viene sempre ricambiata con la cortesia, l’arroganza con l’arroganza. In automobile: Si viaggia come in Italia sulla corsia di destra - è richiesta la patente di guida rilasciata in Italia – la polizza assicurativa rilasciata in Italia o la carta verde- è obbligatorio usare le cinture di sicurezza e particolari disposizioni regolamentano il trasporto dei bambini – E’ obbligatorio: il casco per i motociclisti – a bordo dell’autovettura bisogna avere una trousse di lampadine di scorta e un triangolo - rispettare i limiti di velocità . In caso di guasto è obbligatorio accendere le luci intermittenti di arresto o esporre il triangolo, o entrambe le cose. I limiti di velocità per le autovetture e i motocicli superiori a 80 cm3 è di 50 km/h nei centri urbani - 90 km/h sulle altre strade – Velocità superiori si possono raggiungere sui tratti a scorrimento veloce comunque segnalati . Limitazioni più restrittive per Caravan e Roulotte – In caso di cattivo tempo le velocità devono essere ridotte. Dall'11 novembre alla penultima domenica di marzo è obbligatorio avere a bordo le catene quando si ha intenzione di percorrere determinati valichi. Se ci si ferma al ristorante non bisogna farsi prendere dal desiderio di degustare troppo i vini francesi. Un tasso alcolico superiore a 0,05 comporta pesanti ammende e il rifiuto al test o test positivo superiore a 0,08 prefigura il ritiro della patente. Le strade della Corsica sono il più delle volte ben tenute, alcune sono strette, specie le strade interne. La circolazione non sempre risulta agevole, specie per i mezzi di una certa larghezza. Anche se la rete stradale è stata notevolmente migliorata e sono in corso opere per allargare e migliorarne altre ( togliendo però anche parte del loro fascino) alcuni percorsi sono ancora molto tortuosi è richiedono una guida attenta, anche per la "disinvoltura" di guida dei locali. Alcune strade di montagna a prevalente traffico locale, presentano dei tratti con fondo dissestato. La circolazione richiede inoltre una particolare attenzione sui tratti costieri, dove mancano il più delle volte le protezioni, su strapiombi a picco sul mare. Qui le strade sono tortuose, lente, numerose sono le curve e, l’incrocio con mezzi pesanti, vedi pullman, può in alcune situazioni presentare difficoltà di manovra. La bellezza del paesaggio non deve distrarre dalla guida. Alcuni turisti consigliano di percorrere la costa sempre in senso orario, in modo di avere una maggiore sicurezza. E’ un consiglio sicuramente valido ma che non deve generare eccessivi timori, anche se non è raro vedere le carcassa di qualche macchina fracassata che giace sulla scarpata. Bisogna inoltre prestare la massima attenzione agli animali (maiali – ovini e bovini) che nelle strade interne possono, anche dopo una curva, sbarrare improvvisamente la strada. Quest’ultima avvertenza è ancor più valida per i motociclisti. Nel programmare un itinerario in auto non crediate che 20 km. all’interno o su alcune strade della costa si possano percorrere in 20 minuti; spesso ci si impiega più di un’ora, senza calcolare quelle soste non preventivate che il paesaggio ti invita e obbliga a fare. Prima di partire controllare: la validità della carta d’identità di tutti i partecipanti – che la patente non sia scaduta – che la revisione biennale della vettura con più di quattro anni è stata effettuata è risulti dal libretto di circolazione – stessa cosa per le moto – Treni : il treno rappresenta il modo più originale per scoprire parte dell’Isola. La rete ferroviaria, peraltro molto breve (ha uno sviluppo di poco superiore a 200 Km.) attraversa luoghi stupendi in un succedersi di gole e dirupi, con ponti arditi, dove la vista si posa su panoramici unici, di grande suggestione. La Linea è tutta a scartamento ridotto e i tempi di percorrenza, dovuti alla asperità del percorso, sono abbastanza lunghi. Camping: sono numerosi e alcuni trovano ubicazione in splendide località di mare con altrettanto splendide soluzioni d Sono classificati da una a quattro stelle. Informazioni a Federation Francaise de Camping-Caravaning, chemin de Torretta, route du Salario 20000 Ajaccio – tel. 952147908 (vedi sotto) Alberghi per la gioventù: Le modalità di ammissione sono quelle consuete. Ulteriori informazioni, l’elenco degli ostelli ecc. possono essere richiesti all’Ufficio del Turismo Francese (vedi sotto) Negozi: generalmente aperti dalle 8.30 alle 12.30 e 14.30 –18.30 – allo domenica sono chiusi salve qualche eccezione per i generi alimentari aperti fino a mezzogiorno. Durante la stagione turistica quasi tutti gli esercizi, compreso i supermercati prolungano l’orario alle ore 22 e molti rimangono aperti anche la domenica Indirizzi utili: Ufficio Turismo in Italia – Via Larga, 7 - 20121 Milano www.maison-de-la-france.fr. Informazioni sui campeggi – www.campingclub.asso.fr. Traghetti: i collegamenti tra l’Italia e la Corsica sono gestiti dalle Compagnie Corsica Ferriers, Saremar, Navarma, Corsica Marittima , Moby Lines – Il tempo medio di attraversata è di circa 5 ore . Per tariffe, orari, e informazioni relative alle linee è consigliabile rivolgersi direttamente alle compagnie - Diversi i luoghi di partenza dall’Italia (Genova- La Spezia- Livorno- Piombino- Savona – S: Teresa di Gallura Porto Torres ) e da quelli vicini all’Italia Navarma- Piombino- via Premuda 13 tel. 0565.221212 Corsica Ferries - Genova tel 010.593301 – Livorno tel. 0586.898979 Milano- Via Paolo da Cannobio,12 –tel. 02.72000324 Moby Lines tel. 0565.936 Date le continue modifiche che vengono apportate a numeri telefonici o a indirizzi web, nonché alle altre normative contenute nell’articolo, ci scusiamo fin d’ora se nel frattempo si fossero verificati cambiamenti di norme o situazioni.

Autore : Redazione

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum