Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

DOSSIER: Il clima di VERONA, che noia all'ombra dell'Arena

Posta all'estremità settentrionale della Pianura Padana, Verona presenta insospettate caratteristiche di mitezza, poca nebbia, pochissima neve e temperature più elevate della Valpadana solo nei valori massimi.

I tipi di clima - 3 Marzo 2004, ore 09.44

IL CLIMA DI VERONA Prima parte Posta a circa 60 metri sul livello del mare esattamente sulla linea di confine tra la Valpadana e le prime ripide pendici prealpine dei Lessini, Verona ha un clima che delude. Pochissime emozioni, tante delusioni e speranze disilluse. Almeno in inverno (e ovviamente per l'appassionato di meteo), dove la quantità media della neve è tra le più basse della Valpadana (per non dire la più bassa), dove lo scirocco trasforma spesso i fiocchi in acqua e dove lo stau orografico da nord-est che tante soddisfazioni dà agli amici emiliani e agli adriatici appassionati di neve, qui produce solo aria secca e quale nuvoletta di passaggio. Verona condivide poi con Mantova, Vicenza e Padova il triste primato della grandine, che ogni estate bersaglia a strisce buona parte della pianura e delle valli ad est della città. Ma andiamo con ordine. Va detto subito che al di là delle lamentele dell'appassionato Verona conserva un'impronta climatica tutto sommato assimilabile a quella della Valpadana. Dalle rilevazioni trentennali effettuate all'aeroporto di Villafranca (6/7 km dal centro storico della città in direzione sud-ovest), è stata calcolata una temperatura media annua pari a 13,55 gradi, una media di gennaio di 2,2° e una media di luglio di 24,5° (rispettivamente 13,88°, 3,1° e 25,2° dalle rilevazioni eseguite in centro città, dove per effetto dell'isola di calore le i valori risultano nettamente più elevati). Da un punto di vista prettamente termografico, le influenze del vicino Lago di Garda (evidentemente troppo lontano) risultano praticamente nulle; a Verona si osservano spesso minime assolute invernali addirittura più basse rispetto a quelle città come Padova, Bologna Modena o Milano. Le minima assoluta, pari a -17,8° registrati all'aeroporto appartiene al leggendario gennaio 1985 (-14,3° in città). Valori molto bassi, sono stati registrati anche nel febbraio del 1956 (-15,7°), nel 1963 (-15,1°) e nel 1966 (-14,8°). Più di recente non passano inosservati anche i -12,7° del 7 febbraio 1991 e i -10,0° netti del 29 dicembre 1996, registrati in occasione dell'ultima vera incursione di aria siberiana sulla Valpadana (ricordiamo che si tratta di rilevazioni aeroportuali). Per quanto riguarda i valori massimi assoluti, la maggior parte di questi risulta concentrata negli anni '50: il record assoluto dal 1946 ad oggi spetta al luglio 1957 con 38,9°, seguito dai 37,8° dell'agosto 1958 e dai 37,4° del luglio 1950. Da allora, la temperatura non ha mai superato i 36,4°, registrati sia nel 1983 che nell'agosto 1998. Sono valori, questi, raggiunti in corrispondenza di situazioni anticicloniche ad elevato geopotenziale, spesso collegate ad onde calde a tutte le quote di origine nord-africana. Una forte concentrazione di massime di 35° ed oltre è stata rilevata negli ultimi 10 anni, ovvero nel 1992 (35,5°), 1993 (35,2°), 1994 (36,1°), 1995 (35,1°), 1998 (36,4°) e 2000 (35,3°), una sequenza mai osservata negli ultimi 100 anni. Le stagioni che presentano gli sbalzi climatici e termici più forti risultano essere quelle intermedie. Famosa è a tal proposito è la primavera del 1997, una delle più siccitose del secolo. Grazie ad un'imponente discesa di correnti favoniche con direttrice perfetta nord-sud, attorno alle 15 del giorno 17 marzo fu misurata una temperatura massima di 27,1° (la più alta del secolo in questo mese, opposta ai -7,5° del marzo 1971 a ai -9° del marzo 1949). Attorno alla metà del mese successivo il termometro era tuttavia sceso fino a -3° in aperta campagna, con danni enormi alle colture. Marzo e aprile sono i mesi che più presentano dunque gli sbalzi termici più elevati: più di una volta giornate soleggiate e con termometro vicino allo zero sono state seguite da gelate estese entro 48 ore. Famoso è il caso della nevicata del 18 aprile 1991 (che in verità non interessò la città ma solo i comuni limitrofi di pianura, di collina e di montagna): tre giorni prima il termometro sfiorava i 24 gradi! In aprile si passa da valori massimi assoluti vicini ai 30 gradi (1962) a minime assolute di -3,2° (1970 e 1997). Un cenno merita poi il fenomeno dell'isola di calore urbano, determina sempre una temperatura più calda di almeno un grado in tutte le stagioni. Il fenomeno risulta evidentissimo durante le situazioni anticicloniche, sia invernali che estive, quanto l'assenza di vento tende a impedire gli scambi atmosferici sia orizzontali che verticali. Nelle notti serene invernali più fredde e nel tardo pomeriggio delle giornate estive più calde, la differenza di temperatura tra il centro città e l'aeroporto più superare anche i 3 gradi. Nella prossima delle tre edizioni dell'inchiesta sul clima di Verona verrà affrontato il capitolo relativo alle precipitazioni. Nella terza e ultima si parlerà infine degli particolari ed eccezionali che hanno interessato la città negli ultimi 50 anni. DATI STATISTICI (DAL 1946) Mese Media min - Media min. - min. più bassa - max più alta Gennaio -1.1° 5,7° -17,8° 18,2° Febbraio 1,1° 8,6° -15,6° 22.1° Marzo 4,3° 13,3° -8,9° 27,1° Aprile 7,9° 17,9° -3,2° 29,4° Maggio 12,2° 23,4° -0.2° 34.0° Giugno 15,8° 26,6° 4.7° 35.6° Luglio 19,2° 29,5° 9.5° 38,9° Agosto 18,3° 28,7° 7,8° 37,8° Sett. 14,6° 24,5° 4.5° 33,6° Ottobre 9,5° 18,2° -2.1° 28,0° Novembre 4,4° 11,0° -8,0° 23,0° Dicembre 0,1° 6,6° -10,4° 18,3°

Autore : Alessandro Azzoni

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 06.17: A24 Tratto Urbano

coda

Code causa viabilità esterna non riceve nel tratto compreso tra Portonaccio - Galla Placidia (Km...…

h 06.07: A24 Roma-Teramo

rain

Pioggia nel tratto compreso tra Allacciamento G.R.A. e Teramo (Km. 158,7) in entrambe le direzion..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum