Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Conosci davvero LE ALPI?

Le Alpi: l'origine del nome, il problema della catalogazione dei gruppi montuosi, la suddivisione generale.

Geologia - 8 Giugno 2004, ore 08.34

L'ORIGINE DEL NOME Il termine "Alpi" deriva dal latino "Alpes", già in uso in epoca classica (citato per la prima volta da Erodoto nel V sec. a.C.), a sua volta derivante dalla radice pre-indoeuropea "Alp" (o "Alb") che sta ad indicare "roccia", "altura", o "monte". Sin da quando utilizzata, questa parola ha sempre indicato quel sistema montuoso da noi oggi conosciuto appunto come "Alpi". IL PROBLEMA DELLA CATALOGAZIONE DELLE PARTI Nel corso della storia contemporanea, in molti -per ragioni più che altro pratiche- si sono prodigati per delineare una corretta suddivisione dell'arco alpino, o meglio una catalogazione delle sue componenti, attraverso criteri idrografici, geomorfologici o più specificatamente geologici, quando non climatici. Proprio per questo non sono mancati i disaccordi tra i geografi, tanto che nel corso della storia non si è mai avuta una suddivisione del sistema montuoso che fosse universalmente riconosciuta, proprio perché sono tante le variabili che entrano in gioco nel momento in cui si tenta di "mettere ordine" ciò che per sua natura non può essere ridotto a schemi. LA SUDDIVISIONE GENERALE Nemmeno oggi si possiede un definitivo inquadramento dei sottogruppi della catena alpina. Ad ogni modo, dal punto di vista prettamente geomorfologico, è oramai riconosciuta universalmente una classificazione sommaria che vede l'arco alpino suddiviso in: Alpi Occidentali, Alpi Centrali ed Alpi Orientali. Ma già qui subentra il primo problema: e le Dolomiti? Per via della loro differente origine geologica, le Dolomiti, pur considerate facenti parte della catena alpina per ovvi motivi di praticità (ne sono di fatto completamente inglobate), sono da ritenersi corpo ad essa estraneo. E' dunque sbagliato parlare di Alpi Dolomitiche, anche se risulta estremamente comodo considerarle all'atto pratico montagne "alpine". LE ALPI OCCIDENTALI A scuola abbiamo studiato che le Alpi Occidentali "iniziano" al Colle di Cadibona (m. 435 slm) e "finiscono" al Colle di Ferret (letteralmente: Col du Grand Ferret, m. 2537 slm). Sul territorio italiano, queste si suddividono in tre gruppi distinti: 1. Alpi MARITTIME 2. Alpi COZIE 3. Alpi GRAIE In territorio francese, poi, le Alpi Occidentali incontrano altri due gruppi: 4. Alpi DI PROVENZA 5. Alpi DEL DELFINATO A far da cornice a questi due ultimi gruppi abbiamo tre settori prealpini: - Prealpi di Provenza - Prealpi del Delfinato - Prealpi di Savoia (tutte in territorio francese, eccetto le ultime che presentano anche una propaggine svizzera) LE ALPI CENTRALI Dal Col du Grand Ferret al Passo del Brennero si parla di Alpi Centrali, anche se qualcuno preferisce l'attribuzione del limite orientale al Passo di Resia anziché a quello del Brennero. Nel territorio italiano esse sono distinte in: 6. Alpi PENNINE 7. Alpi LEPONTINE 8. Alpi RETICHE In Svizzera, Austria e parzialmente in Germania troviamo altri tre gruppi: 9. Alpi BERNESI 10. Alpi DI GLARONA 11. Alpi BAVARESI A nord e a sud di questi sistemi montuosi troviamo poi una griglia di rilievi meno pronunciati ma parimenti importanti dal punto di vista geomorfologico: - le Prealpi Lombarde - le Prealpi Svizzere (le prime nella zona dei Laghi e a sud delle Alpi Retiche, le seconde a nord delle Alpi Bernesi e delle Alpi di Glarona) LE ALPI ORIENTALI Dal Passo del Brennero al Col di Vrata (m. 879) si parla infine di Alpi Orientali, che si dividono tra Italia, Austria e Slovenia. Orograficamente sono le più complesse, e le loro estreme propaggini raggiungono addirittura la Croazia e l'Ungheria. Si distinguono in: 12. Alpi NORICHE 13. Alpi SALISBURGHESI 14. Alpi AUSTRIACHE 15. Alpi CARNICHE 16. Alpi GIULIE Esse sono comprensive anche di una maglia di rilievi più modesti, sia a nord che a sud, identificabili come: - Prealpi Stiriane - Prealpi Venete - Caravanche - Altopiano del Carso (nel prossimo articolo vedremo nel dettaglio la descrizione di ogni singolo settore, con i sottogruppi montuosi più elevati, i valichi più importanti, i fiumi maggiori, le località più famose e tutte le curiosità che si celano dietro ogni angolo più remoto della catena alpina).

Autore : Emanuele Latini

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum