Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

ULTIMISSIME metà mese: botta gelida 40%, anticiclone 60%, no further options!

Non ci sono altre opzioni: due sole figure a contendersi la scena mediterranea da qui a metà dicembre. Nelle ultime ore l'ipotesi di una retrogressione da est ha guadagnato terreno dopo la clamorosa debacle delle ultime corse, ma l'anticiclone ha sempre un vantaggio sufficiente per respingere verso l'est l'aria fredda.

Fantameteo 15gg - 4 Dicembre 2013, ore 15.23

Dopo una mattinata in cui sembrava che ormai l'alta pressione fosse in grado di dominare la scena in lungo ed in largo sulla scena centrale europea e su quella mediterranea, ci ha pensato l'ultima corsa del modello americano a rimettere in gioco tutto. E' come quando nel calcio si vince 3-0 ma gli avversari fanno il punto della bandiera a molti minuti dal termine e prendono coraggio, tentando di rovesciare un pronostico ormai scontato.

Prima di entrare nel merito e capire quanto c'è di vero, faccio una doverosa premessa. Quando abbiamo fatto la nostra previsione stagionale sul possibile andamento dell'inverno (che verrà tra l'altro quanto prima aggiornata) facevamo riferimento ad un andamento normale rispetto al trend riscontrato dal 2000 in poi.

In questi 13 anni è vero che si è un po' invertita la rotta rispetto alle nevicate, che sono risultate più frequenti soprattutto al nord, ma è altrettanto vero che di freddo crudo se n'è avuto relativamente poco, salvo gli eventi che ben conosciamo, così come non è mancata qualche annata anticiclonica o stagione molto mite particolarmente cattiva ed avara di neve. Cito ad esempio la stagione 2006-2007.

Cito però anche la fine quasi ingloriosa dell'inverno 2001-2002 in cui proprio in dicembre si verificò una retrogressione simile a quella che si ventila con molta prudenza per metaà mese, sia pure più spostata verso nord, che portò la famosa bufera di Santa Lucia al nord, seguita da un lungo periodo asciutto e da una seconda parte di inverno con poche ondulazioni del getto importanti e molta mitezza.

Cosa si vuole dire? Che rispetto alla previsione fatta, al momento siamo disorientati solo da questo anticipo anticiclonico già nella prima decade di dicembre, che noi invece ritenevamo potesse subentrare, supportati dalla statistica, intorno o subito dopo Natale e per una discreta fetta del gennaio.

Torniamo però alla nostra retrogressione fredda: le probabilità dicevamo sono aumentate. Nel senso che è molto probabile che il Mediterraneo orientale possa venirne coinvolto pienamente, ma è abbastanza probabile che anche il nostro meridione e parte delle regioni adriatiche, sperimentino comunque una sciabolata fredda, mentre sembra davvero troppo forte da ovest la spinta delle correnti atlantiche e effettivamente un po' troppo imbolsito l'anticiclone per consentire penetrazioni più ghiotte che coinvolgano anche il nord e il centro. In questi casi però occorre prudenza nelle valutazioni, così come del resto suggerisce la grande apertura delle carte "spaghetti", segno di notevole incertezza previsionale.

Tra l'altro l'idea di un temporaneo SCAND+, cioè di un anticiclone che migra verso Scandinavia e parte della Russia non è affatto tramontata, così come la spinta zonale indotta dal rafforzamento del vortice polare potrebbe non arrivare subito, ma magari nel corso dell'ultima decade del mese. Per questo ci sentiamo di affermare che l'ipotesi anticiclone al momento è cavalcabile al 60% (55% per il sud) mentre l'ipotesi bomba gelida al 40% (45% per il sud).

Non esistono invece altre opzioni: se non arrivasse il freddo ci dovremo sobbarcare l'anticiclone con le sue inversioni termiche, nebbie e concentrazione di smog, assenza di neve sulle Alpi, ma anche tanto sole gradito per gli anziani che svernano sulle nostre coste. Il freddo umido però sulle zone pianeggianti non consentirebbe di risparmiare molto gasolio o metano da riscaldamento...


Autore : Alessio Grosso

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 20.03: Corso Vigevano(TO)

incidente

Incidente nel tratto compreso tra Corso Principe Oddone e Via Cigna in entrambe le direzioni dal..…

h 20.00: A51 Via Raffaele Rubattino incrocio Tangenziale Est Di Milano

coda rallentamento

Code a tratti causa traffico intenso nel tratto compreso tra Allacciamento A1 Milano-Napoli e Svinc..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum