Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Ultima decade dicembrina con qualche passaggio perturbato ed occasioni per neve a quote modeste sul nord

Dopo la breve impennata termica a cavallo tra questo week-end e l’inizio della settimana prossima, ci attenderà probabilmente un nuovo ridimensionamento delle temperature con un tipo di tempo all’insegna della variabilità con precipitazioni sparse e nevicate a quote modeste che interesseranno alcuni settori peninsulari. Da monitorare le mosse della vasta circolazione d’aria fredda sulla Russia europea.

Fantameteo 15gg - 12 Dicembre 2012, ore 16.00

Questo inverno 2012-2013 lascia poco spazio all’anticiclone e le ultime proiezioni modellistiche confermano questa tendenza. A seguito dell’imponente trascinamento di aria tiepida oceanica innescata dalla depressione sul Regno Unito, una successiva attenuazione del getto d’alta quota favorirà la nascita di nuove ondulazioni. Una certa ripresa degli scambi meridiani sul continente diventa quindi abbastanza probabile con l’arrivo della terza decade del mese.

 

Un nuovo raffreddamento della temperatura avverrà quindi sull’Europa soprattutto nella sua parte centro-orientale. Parte di questo freddo potrà essere trascinato sin verso la nostra penisola da un parziale aumento della pressione sulla penisola Iberica, zona d’Europa che vedrà il protrarsi di condizioni miti più a lungo rispetto al resto del continente.

Dopo una prima fase (mercoledì 19 – venerdì 21) in cui l’Italia potrebbe trovarsi nuovamente sotto tiro di una ventilazione fresca/fredda orientale, una serie di impulsi frontali nord-atlantici faranno capolino dal Regno Unito sin verso l’Europa centrale ed il Mediterraneo influenzando lo stato del tempo dello stivale. Per la terza decade di dicembre sin verso la fine dell’anno la ricetta dell’atmosfera potrebbe essere proprio l’alternanza tra pause asciutte e qualche impulso atlantico dal quadrante nord-occidentale che di tanto in tanto farà breccia sul Mediterraneo portando delle precipitazioni sparse su diversi settori d’Italia.

In questo contesto il serbatoio di aria fredda tra Russia ed Europa orientale invierà qualche ”spiffero” d’aria fredda che dalla regione balcanica potrà interessare le regioni settentrionali. Con un po’ di fortuna questi piccoli contributi freddi potranno agevolare l’arrivo di qualche possibile episodio nevoso sino in pianura soprattutto su Piemonte e Lombardia.

Occorre sottolineare come al momento non si predono ondate di gelo consistenti in direzione del nostro Paese. Quello che si preannuncia sarà un tipo di tempo abbastanza “standard” per il periodo stagionale che stiamo vivendo senza particolare enfasi sull’aspetto gelido o temperato della stagione.

Il tempo da giovedì 13 a mercoledì 19? http://meteolive.leonardo.it/news/La-sfera-di-cristallo/20/Arriva-la-neve-al-nord-a-seguire-un-tempo-variabile-e-meno-freddo-sull-Italia/39774/ di Paolo Bonino.

 


Autore : William Demasi

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum