Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Stivale italiano ancora bersagliato dall'instabilità: previsioni meteo fino al 1° maggio

Sulle previsioni rivolte alla fine di aprile, torna a farsi viva l'ostinata presenza di una zona anticiclonica sull'ovest del continente: quali effetti per il nostro stivale? Dove colpirebbe di più l'instabilità e quante probabilità ci sono che alla resa dei conti persista ancora l'attuale schema circolatorio?

Fantameteo 15gg - 16 Aprile 2014, ore 17.15

Sulle lunghe distanze previsionali i modelli cambiano spesso umore ma ad oggi l'ipotesi alta pressione risulta esclusa. Le carte da gioco vengono continuamente rimescolate, i dadi lasciati cadere su di un tavolo, descrivono ogni volta scenari differenti, ma MAI di stasi atmosferica. Nonostante l'intrinseca imprevedibilità che caratterizza l'evoluzione a lungo termine, il fatto che "quasi" mai compaiano scenari anticiclonici è sintomatico di una stagione, quella primaverile, che avrà ancora molto da dire prima di cedere il passo ai primi timidi tepori dal sapore inizio estivo.

Così quest'oggi ritroviamo una previsione che stringe nuovamente l'occhiolino alla persistenza di una figura anticiclonica sull'ovest dell'Europa, abbastanza vicina all'Italia da riuscire a condizionarne il tipo di correnti che attraverserebbero il nostro territorio, ma sufficientemente lontana da non riuscire a portare una definitiva stabilizzazione del tempo. Questa zona anticiclonica, seppur tra alti e bassi, seguiterebbe a restare ancorata alle redini del comando sulla roccaforte Iberica. La circolazione prevista sul nostro territorio non potrebbe che essere settentrionale oppure orientale, trascinando verso il nostro territorio impulsi d'aria fresca ed instabile che risulterebbero più attivi al nord-est e sui versanti orientali della penisola. Per di più secondo questo aggiornamento, una nuova depressione carica d'aria fredda in quota sarebbe pronta a rovinare il giovedì del primo maggio, Festa del Lavoratore, con una sventagliata di nubi e precipitazioni in marcia da nord a sud.

Risulterà effettivamente così come indicato dal modello?
Nulla affatto certo, l'ipotesi che abbiamo appena descritto riguarda nello specifico l'evoluzione prevista dall'ultimo aggiornamento del modello americano GFS. Dall'altra sponda il modello inglese ECMWF propone scenari del tutto diversi, riscontriamo ancora una volta la conferma su quella che era stata la linea di tendenza emessa con i precedenti aggiornamenti, cioè una graduale migrazione dei centri depressionari ai settori nord-occidentali europei. Un tassello fuori posto che induce il previsore a soffermarsi un poco di più, meditando prima di comunicare sentenze affrettate. 

Conseguenze diverse per due scenari diversi... 
L'ipotesi prevista dal modello GFS ricalcherebbe a grandi linee il comportamento dell'atmosfera di questi giorni; flussi di correnti orientali o settentrionali esporrebbero infatti i versanti orientali ed adriatici dello stivale alle nubi più compatte, con maggiori probabilità di assistere a precipitazioni.

Dal canto suo il modello inglese ECMWF, con le sue ciclogenesi bene ancorate a Francia e Penisola Iberica, lascerebbe presupporre un coinvolgimento più diretto delle regioni tirreniche e nord-occidentali da parte di nuvolosità e piogge. Ad essere ancor più precisi, secondo QUESTO aggiornamento, potrebbe addirittura verificarsi il problema opposto, con una scarsa capacità di queste depressioni a penetrare verso i bacini centrali del Mediterraneo, lasciando così l'Italia sulla "terra di nessuno", perennemente in bilico tra anticiclone e flussi umidi meridionali.

Qualche risposta più precisa potrebbe giungere dall'articolo di aggiornamento serale in cui commenteremo step by step il nuovo aggiornamento del modello inglese ECMWF.


Autore : William Demasi

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 07.31: A1 Firenze-Roma

coda rallentamento

Code causa traffico intenso a Firenze Sud (Km. 300,9) in uscita in direzione da Bologna dalle 07:..…

h 07.30: A11 Firenze-Pisa

coda

Code causa viabilità esterna non riceve nel tratto compreso tra Svincolo Di Sesto Fiorentino (Km...…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum