Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Si alzano le quotazioni per FREDDO e NEVE per la fine del mese

Buone conferme anche oggi circa l'avvio di una fase finalmente invernale verso la fine del mese di gennaio...

Fantameteo 15gg - 17 Gennaio 2014, ore 14.13

Tra la fine di gennaio e l'inizio di febbraio, solitamente, si consuma il periodo più freddo dell'anno; i "giorni della merla" evocano scenari di freddo e neve, di stufe accese e giornate passate nel proprio focolare domestico, mentre fuori il vento sibila.

Quest'anno, la tradizione potrebbe essere finalmente rispettata. Il flusso mite occidentale tenderà prima ad indebolirsi, successivamente a bloccarsi, dando adito a correnti di matrice fredda di farsi largo ( da nord a sud) sul nostro Continente.

La cartina che vedete non è un run estremo del modello americano. Si tratta della corsa ufficiale partorita dal run di mezzogiorno e valida per la giornata di mercoledì 29 gennaio.

Potremmo dire "la cartina non merita commento", ma un commento da parte nostra è obbligatorio.

L'alta pressione atlantica si piazzerà in pieno Oceano, ergendosi a baluardo delle miti correnti occidentali. Sul suo fianco destro, ecco la "baraonda fredda" che dalle latitudini artiche si riveserà verso l'Europa centrale, il Bacino del Mediterraneo e l'Italia. Una situazione del genere farebbe decollare la stagione invernale in un attimo, ad iniziare dalle nostre regioni settentrionali.

Se osserviamo poi le temperature previste a 1500 metri di quota per il medesimo giorno, ben si nota l'azione bloccante atlantica ( che spinge verso nord l'aria mite dell'Oceano) spallegiata più ad est da una massiccia voragine fredda che inghiottirebbe gran parte del nostro Continente, Italia compresa. Sarebbe indubbiamente una situazione molto interessante e che saprebbe sicuramente risollevare le sorti di un inverno andato in scena ( fino ad ora) decisamente in sordina.

Le speranze che una situazione siffatta diventi realtà? Ancora basse, ma non più "infinitesimali". Trattandosi del run ufficiale del modello americano ( seppure a lungo termine) la percentuale di successo si colloca al momento tra il 35 e il 40%. Manca ancora molto, ma come vedete la stagione invernale preme e sembra intenzionata a riconquistare il terreno perduto. Staremo a vedere.

 

 

 


Autore : Paolo Bonino

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum