Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Seconda decade di ottobre all'insegna del MALTEMPO?

Resta ancora valida la linea previsionale dei giorni scorsi, che ipotizzava l'affondo di saccature sull'ovest del Continente per la fine della prima decade di ottobre.

Fantameteo 15gg - 3 Ottobre 2012, ore 15.08

La tregua che stiamo vivendo in questi giorni ci consentirà di vivere le classiche "ottobrate" all'aperto, assaporando le ultime ore di sole pomeridiano ancora caldo, prima che l'autunno entri in scena in modo più deciso e convinto.

Succederà probabilmente alla fine della prima decade di ottobre, quando una saccatura affonderà sull'ovest del Continente con obiettivo il Mediterraneo centro-occidentale; le prime regioni a risentire di un importante peggioramento del tempo sarebbero naturalmente quelle settentrionali e centrali tirreniche, ma la ferita parrebbe destinata ad allargarsi e a coinvolgere un po' tutta la Penisola entro sabato 13, tranne forse le regioni del basso Adriatico.

Si scaverebbero oltretutto almeno un paio di depressioni, destinate a raggiungere lentamente anche il Mediterraneo centrale, finchè tutta l'Italia risulterebbe coinvolta da nubi e precipitazioni anche intense, in cui l'effetto dell'orografia potrebbe risultare determinante per accumulare molti millimetri di pioggia.

Non è certamente con questo tipo di correnti che arrivano nevicate a bassa quota, ma i ghiacciai potrebbero respirare ugualmente, se gli apporti nevosi giungessero almeno sino a quota 2700m, una richiesta non troppo eccessiva e alla portata. Staremo a vedere.

Con una ferita del genere naturalmente tutta la seconda decade risulterebbe compromessa, piovosa ma complessivamente mite, vista la persistenza delle correnti meridionali.

Altre ipotesi però scartano questa evoluzione così pessimista ed evidenziano una corrente a getto più tesa e un anticiclone delle Azzorre più "grasso" e dunque più propenso ad opporsi all'inserimento delle saccature, con poche piogge e giornate ancora miti.

Per come si è comportato il settembre, noi riteniamo invece ancora più probabile l'evoluzione sopra descritta, cioè quella piovosa.

RIASSUMENDO (l'ipotesi più probabile con attendibilità media: 55%):
da giovedì 11 a sabato 13 al nord e sulle centrali tirreniche sino alla Campania a tratti tempo piovoso, con fenomeni localmente intensi, nubi anche sul resto del Paese con qualche fenomeno sparso, alternato a schiarite, limite della neve sui 2200-2500m sulle Alpi, clima mite all'estremo sud, venti di Libeccio tesi in quota, di Scirocco al suolo.

domenica 14 e lunedì 15 tregua con alcune schiarite in un contesto generalmente asciutto e mite.

da martedì 16 a venerdì 19 nuova fase di maltempo, coinvolta gradualmente tutta la Penisola, neve sin verso i 2000-2200m sulle Alpi, temporali anche forti sulle regioni tirreniche, vento e temperature in moderato calo.


Autore : Alessio Grosso

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum