Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Primi di dicembre di nuovo con la mitezza e forse anche con qualche comparsata dell'anticiclone?

I modelli riproducono fedelmente la situazione prospettata dagli indici.

Fantameteo 15gg - 22 Novembre 2010, ore 15.06


L'indice Nao, dopo il tracollo attuale, potrebbe subire una clamorosa impennata nei primi giorni di dicembre, in grado di riportarlo in una fase neutra. Per noi meno depressioni ma comunque ancora variabilità, sia pure intervallata da qualche giorno di bel tempo e con temperature complessivamente miti.


Anche l'indice AO, dopo la prevista fase negativa, potrebbe riprendere gradualmente a salire, segnale di una possibile parziale ripresa del flusso perturbato atlantico sul centro Europa con rottura dei blocchi anticicloni in sede groenlandese.

Su e giù degli indici: le vicende atmosferiche seguono i loro capricci. Così, mentre in questa fase è evidente una frenata della corrente a getto e dunque del vortice polare, con una colata di aria fredda pronta a spingersi appena a sud delle Alpi, è altrettanto evidente, come mostra la caduta dell'indice NAO, la propensione del Mediterraneo a figliare depressioni in grado di apportare, ad intervalli ravvicinati, nuovi contributi piovosi o nevosi, laddove l'aria fredda riuscirà a farsi largo nel tessuto alpino e dalla Valle del Rodano.

Subito dopo però ecco l'indice NAO risalire in maniera quasi spettacolare, ad avvisarci che durante la prima decade di dicembre il Mediterraneo potrebbe non essere più preda solamente di depressioni, ma anche di qualche rimonta anticiclonica, sia pur parziale. Infatti l'indice, pur risalendo, potrà al massimo riguadagnare la neutralità.

Se sommiamo anche il probabile, quantunque più lento, riscatto del vortice polare, ecco che mentre sul Mediterraneo la prima decade di dicembre potrebbe trascorrere variabile, più asciutta che bagnata e quasi certamente mite, sul centro-nord Europa si rimetteranno in moto le correnti occidentali spazzando il freddo artico, ma dando origine a nuove fasi bagnate, inizialmente anche nevose, considerata l'eredità lasciata dall'aria fredda.

Per il Mediterraneo però l'appuntamento con l'inverno, dopo la sortita di fine novembre, potrebbe essere rimandato alla metà di dicembre.

 


Autore : Alessio Grosso

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 06.13: A14 Bologna-Ancona

blocco

Traffico bloccato causa recupero mezzi incidentati nel tratto compreso tra Pesaro-Urbino (Km. 155,9..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum