Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Meteo a 15 giorni: sul tempo sino a Natale ancora molto può cambiare

Modelli ancora indecisi sul tempo dell'ultima decade del mese.

Fantameteo 15gg - 12 Dicembre 2016, ore 15.26

Le prime battute di questo inverno ancora in fasce non sono per nulla scontate. Si, è vero, c'è la concreta possibilità che lo schema diventi quello delle stagioni peggiori, con le correnti atlantiche ad imperversare sul nord e sul centro Europa, scendendo a tratti di latitudine sino all'Italia e portando la solita variabilità di stampo autunnale anche nel cuore dell'inverno.

Ma c'è anche dell'altro. Per la prima volta dopo 3 stagioni in cui la storia dell'inverno è sembrata già scritta sin dal mese di novembre, quest'anno si è avuta la sensazione di un importante disturbo nell'attività del vortice polare introdotta da vampate d'aria calda in direzione del Polo.

Nell'est europeo l'inverno è iniziato molto prima del solito e soprattutto dal dicembre del 2009 non si osservavano più sulle mappe retrogressioni fredde come quelle che sono state evidenziate in queste ultime settimane.

Si è visto soprattutto l'anticiclone tentare di formarsi molto a nord e cercare di fare muro per mutare le sorti della stagione e spingere verso l'Europa almeno una parte di quella massa d'aria gelida che stazionava sulla Russia.

Tutti questi tentativi sono stati stroncati da un vortice polare che si è ricompattato ma che potrebbe anche non farcela a tener testa ad un'iniezione di aria calda come quella che si profila durante il periodo natalizio diretta dal nord Africa verso la Scandinavia.

Sul bordo meridionale e soprattutto sud orientale dell'anticiclone potrebbe arrivare aria fredda di origine polare continentale da mercoledì 21 o giovedì 22 sino a Santo Stefano, con conseguenze tutte da verificare.

Certo questa ipotesi non è molto attendibile: 30%, mentre la svolta anticiclonica totale resta quella più probabile al 55%, lasciamo al restante 15% anche condizioni miste tra alta pressione e passaggio di deboli perturbazioni atlantiche.

SINTESI PREVISIONALE DA MARTEDI 20 a MARTEDI 27 DICEMBRE:
attendibilità media sino a giovedì 22, poi bassa.

martedì 20 dicembre: possibile moderato maltempo su tutto il Paese con piogge e rovesci, neve sulle Alpi oltre i 500-600m ad ovest, oltre gli 800-900m sul settore centrale, oltre i 900-1200m ad est.

mercoledì 21 dicembre: ultime precipitazioni ma in graduale attenuazione e tempo nuovamente asciutto.

giovedì 22 dicembre: afflusso di aria più fredda da est con annuvolamenti su regioni adriatiche, Emilia-Romagna e nord-ovest ma con basso rischio di precipitazioni, più sole altrove con vento di grecale e temperature in calo.

venerdì 23 dicembre: giornata fredda con venti ancora orientali, qualche debole spruzzata di neve su fascia prealpina e alpina occidentale a quote basse, così come sul versante adriatico dell'Appennino, sereno sul Tirreno e al nord-est, ancora grecale.

sabato 24 dicembre: esaurimento del flusso freddo e passaggio a condizioni anticicloniche con rasserenamento del cielo, freddo nuovamente umido in pianura per la ricomparsa delle nebbie anche congelanti.

domenica 25 dicembre: tempo probabilmente buono, freddo umido sulle bassure con nebbie al nord e nelle valli del centro.

lunedì 26 e martedì 27 dicembre: possibile passaggio di un modesto corpo nuvoloso atlantico con qualche riflesso soltanto sulle zone alpine di confine, da verificare.




 


Autore : Alessio Grosso

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum