Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

METEO a 15 giorni: rianalisi modelli conferma l'afflusso freddo in Europa per fine mese

L'emissione americana rivisitata alla luce delle corse perturbatrici e del run di controllo del modello gemello GEFS.

Fantameteo 15gg - 18 Dicembre 2014, ore 15.00

Nulla è perduto per gli amanti del freddo, dell'inverno e della neve. Per la fine dell'anno, nonostante gli sbandamenti del modello americano, il processo di rianalisi del modello GEFS con il metodo spaghetti e la comparazione di tutti gli scenari proposti dalle corse perturbatrici, fanno intendere che almeno un affondo perturbato dal nord Europa verso sud tra sabato 27 e domenica 28 ci sarà. 

Indubbiamente il disturbo da parte della corrente a getto non risulta trascurabile, perchè alcuni scenari lo propongono in modo prepotente, ma ce ne sono almeno altrettanti che puntano decisi non solo su quest'affondo gelido, ma anche sul successivo inserimento di correnti orientali sul nostro Paese, perchè il getto ripartirebbe molto alto mentre l'alta pressione si estenderebbe tra centro Europa e nord Italia, favorendo retrogressioni fredde da est.

In pratica si ribadisce l'importanza di questo blocco di aria fredda che, una volta insediatosi sul Continente, sarà un ostacolo importante per le velleità atlantiche.

Come sapete MeteoLive analizza in modo particolare ed approfondito ogni giorno ben 9 scenari diversi sui 21 a disposizione; oggi ben 7 su 9 "leggono" come probabile l'irruzione fredda di fine anno, con risvolti ovviamente tutti da verificare, trattandosi di una proiezione a circa 10 giorni.

In questi casi occorre inquadrare soprattutto l'impianto barico: se attorno a questo c'è convergenza allora si comincerà a formulare una previsione vera e propria per il periodo.

Comunque sia, qualora passasse l'evoluzione invernale, la probabile formazione di depressioni in sede mediterranea, favorirebbe certamente nevicate sia sulle Alpi che sugli Appennini.

A conforto di questa linea di tendenza, orientata lungo i meridiani, c'è anche il modello europeo che, nella media delle proiezioni d'ensemble, mostra chiaramente la tendenza della saccatura artica a scivolare verso sud, sfruttando la frenata del getto. 
Dunque aspettiamo nuove emissioni, entro un paio di giorni tutto sarà molto più chiaro e ormai definito.

 

  


Autore : Alessio Grosso

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum