Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Meteo a 15 giorni: più fresco dalla seconda decade di luglio?

Si intravvede una luce in fondo al tunnel, dopo la grande ondata di calore, potrebbero subentrare condizioni atmosferiche più fresche ed instabili ma solo dalla seconda decade di luglio in avanti. Vediamo nel dettaglio.

Fantameteo 15gg - 29 Giugno 2015, ore 14.50

Quando delle ondate di calore molto intense e persistenti avvolgono il Mediterraneo, una delle prime domande che ci si pone, riguarda LA DURATA che tali episodi di stabilità estiva possono avere. Quindi si scrutano previsioni a lungo termine, linee di tendenze alternative, medie ensemble dei diversi cluster previsionali oppure, per i semplici curiosi, si sfogliano le pagine del web in cerca di articoli e previsioni dalle quali trarre preziose informazioni.

Ci troviamo infatti alla vigilia di una delle più importanti ondate di calore degli ultimi anni che sarà rilevante non tanto per gli effettivi valori termici che verranno raggiunti, quanto più per l'estensione che tale ondata di calore raggiungerà nel corso della settimana. Per quanto riguarda l'evoluzione attesa a lungo termine, decidiamo tuttavia di spezzare una lancia a favore del fresco e dell'instabilità che, almeno stando alle previsioni attuali, potrebbe tornare a proporsi sul Mediterraneo a partire dalla seconda decade di luglio.

L'avvezione calda raggiungerà infatti il proprio culmine nella giornata di venerdì 3 luglio per poi indebolirsi con gradualità nei giorni successivi. Sarà una stadiazione lunga e difficoltosa, nella quale il lento ridimensionamento delle altezze geopotenziali, corrisponderà un passaggio di consegne tra il caldo secco e quello di tipo afoso, condito quindi da elevati tassi di umidità relativa ed una situazione di disagio che ci accompagnerà anche durante le ore notturne. Lag temporale compreso tra lunedì 6 luglio e giovedì 9.

L'indebolimento dell'alta pressione sul Mediterraneo, sarebbe accompagnata da una graduale penetrazione delle correnti oceaniche a partire dai settori più settentrionali del continente. L'ingresso di questa nuova circolazione porterebbe alcune importanti manifestazioni temporalesche dapprima su Penisola Iberica, Francia, Germania, poi forse anche sulle regioni italiane, partendo dai settori settentrionali.

Il termine "ufficiale" dell'ondata calda fissato a domenica 12 luglio, attraverso l'ingresso d'aria fresca che al nord si manifesterebbe con l'intervento di alcuni importanti temporali, al centro ed al sud la frescura verrebbe trascinata da una ventilazione di Maestrale e Libeccio. Tale linea di tendenza resta ovviamente da confermare.

Seguite gli aggiornamenti della sera, dove commenteremo live il nuovo aggiornamento del modello europeo.


Autore : William Demasi

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum