Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Meteo a 15 giorni: le pedine dell'estate saranno ancora fuori posto

Situazione a dir poco singolare quella che ci si para davanti. Cerchiamo di sbrogliare la matassa-

Fantameteo 15gg - 6 Giugno 2019, ore 17.00

La latitanza ormai cronica dell'alta pressione delle Azzorre nel periodo estivo (a differenza di quello invernale dove ormai è l'unica protagonista) rende difficile pronosticare l'andamento del tempo già a medio termine. 

Era tutto molto più semplice quando la figura stabilizzante atlantica si protendeva verso il Mediterraneo e l'Italia; in una prima fase lasciava scoperte le regioni settentrionali, per poi inglobare successivamente tutta l'Italia con il suo caldo abbraccio stabile. 

Ora è molto difficile trovare il filo conduttore tra scenari modellistici che mutano in continuazione sia negli scenari ufficiali che nelle loro medie. L'unica cosa che si può affermare è che l'anticiclone delle Azzorre seguiterà a latitare ancora per diverso tempo; saltuariamente, l'alta pressione africana ne prenderà le veci, mettendo sotto il sole e il caldo soprattutto le nostre regioni centro-meridionali. 

Ecco la sitiazione prevista dalla media di tutti gli scenari del modello americano per venerdi 14 giugno: 

Notiamo una struttura depressionaria che resterà quasi incastrata tra due zone di alta pressione (la prima sul Regno Unito e la seconda sul medidione d'Italia). Nella mappa si nota anche l'alta pressione delle Azzorre che spunta pigramente in basso a sinistra della cartina, senza intervenire sulla scena italiana. 

E' una situazione che promette ancora tanta instabilità al nord e su parte del centro, mentre al meridione il tempo seguiterà ad essere bello e caldo. 

Volgendo lo sguardo oltre e arrivando a martedi 18 giugno si notano ancora condizioni instabili che si faranno sentire sulla nostra Penisola: 

Notate come sia l'anticiclone delle Azzorre che quello africano siano in questo frangente impossibilitati ad intervenire sulla scena italiana; ecco il motivo delle diffuse condizioni di instabilità che aleggeranno ancora in Italia da nord a sud. 

Solo sul finire della seconda decade, attorno al giorno 20 giugno, l'alta pressione atlantica proverà a slanciarsi verso l'Europa centrale: 

Per l'Italia la coperta stabilizzante potrebbe essere ancora troppo corta, tuttavia sarebbe l'inizio di un qualcosa vagamente somigliante ad un estate canonica. Vedremo...


Autore : Paolo Bonino

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum