Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Meteo a 15 giorni: l'inverno "in fuga" dal continente europeo?

Un deciso rinforzo della corrente a getto zonale, cioè di quella fitta rete di correnti occidentali legate alla presenza di profonde ciclogenesi alle alte latitudini dell'Europa e dell'oceano Atlantico, determineranno una nuova battuta d'arresto alla stagione invernale sull'Europa centrale e sul bacino del Mediterraneo. Vediamo nel dettaglio cosa potrebbe aspettarci nel prossimo futuro.

Fantameteo 15gg - 30 Dicembre 2014, ore 16.00

Una volta conclusi definitivamente gli effetti portati dall'irruzione d'aria fredda artico-continentale, la circolazione atmosferica europea tornerà a presentare il proprio risvolto più tiepido e mite, proprio nel bel mezzo della mensilità invernale per eccellenza, GENNAIO. Sotto il punto di vista invernale, la prima metà del mese appare già compromessa ancor prima di iniziare.

Le correnti che influenzeranno il tempo atmosferico durante questo lasso temporale, saranno infatti prevalentemente occidentali e soffieranno piuttosto tese. Alcune violente depressioni saranno visitatrici frequenti dei settori europei settentrionali, mentre il bacino del Mediterraneo potrebbe divenire sede di anticicloni, sperimentando solo di tanto in tanto qualche breve passaggio perturbato in grado di distribuire piogge sparse in un contesto non freddo. Una circolazione che funzionerà quindi come un compartimento stagno, una netta suddivisione tra le masse d'aria artica che si limiteranno a scorrere solo oltre una certa latitudine e gli anticicloni, spesso e volentieri distesi dalla penisola Iberica sino al bacino centrale del Mediterraneo.

Uno sguardo al Vortice Polare: perchè tanta irruenza delle correnti occidentali sull'Europa?

Per ricercare la ragione di questo reiterato comportamento dell'atmosfera, occorrebbe un'indagine approfondita "sullo stato di salute" del Vortice Polare in troposfera, impossibile da fare in queste poche righe. Scendendo un po' nel dettaglio, potremo comunque notare una nuova azione di disturbo, cioè l'intrusione di un'onda di calore sull'oceano Pacifico, la quale determinerà uno "schiacciamento" di vorticità sui settori canadesi e groenlandesi, laddove le masse d'aria molto fredda legate al "nocciolo duro" del vortice, tenderanno ad "esplodere" in vorticità positiva.

Andranno cioè generandosi quelle famigerate "super depressioni" apportatrici di tempeste sulle alte latitudini dell'Europa
, le quali determinerebbero risvolti atmosferici molto miti sui rimanenti settori del continente, con particolare riferimento al bacino del Mediterraneo.

Previsione da confermare.

 


Autore : William Demasi

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum