Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Meteo a 15 giorni: il mistero nevoso si infittisce nel fantameteo...

Il run parallelo sostituisce il run ufficiale e il modello americano va un po' nel pallone.

Fantameteo 15gg - 14 Gennaio 2015, ore 14.39

Oggi questa rubrica risentirà senz'altro, non sappiamo se in positivo o negativo, del pensionamento della corsa ufficiale del modello GFS americano, sostituita da stasera, ma concretamente già in queste ore, dalla corsa del run parallelo.

Cosa cambia nelle previsioni? Teoricamente questa nuova corsa dovrebbe risultare molto più performante e precisa anche nel medio lungo termine; nella realtà le prime osservazioni che si possono fare (e che il grande pubblico può comprendere facilmente) riguardano le temperature, che appaiono molto più basse rispetto alla corsa ufficiale e di conseguenza anche i vortici depressionari che fanno la loro comparsa risultano "dopati", cioè molto più profondi e potenti rispetto a quanto eravamo abituati a vedere.

Ecco perchè, almeno nei primi tempi, sarà necessario davvero molta prudenza nello sbilanciarsi nel lungo termine, senza prima aver osservato tutti i 21 scenari proposti dal modello complementare GEFS, che ci fornisce, o almeno ci prova, un quadro più chiaro della situazione.

L'occasione è arrivata subito perchè la corsa del run parallelo ha piazzato la replica del nevone del gennaio del 1954 tra giovedì 22 e venerdì 23 al nord, si fa per dire ovviamente, coinvolgendo anche le quote collinari del centro Italia.
Qui la ricostruzione della clamorosa nevicata del 54:
http://meteolive.leonardo.it/news/Amarcord/11/la-nevicata-del-3-5-gennaio-del-1954-in-valpadana/35756/

La ferita depressionaria insomma per il nostro run parallelo, tra poche ore nominato "primo" ufficiale, è di quelle toste, di quelle che non si rimarginano facilmente ed anzi continuerebbero a pungere la Penisola con traiettoria anche molto interessante almeno sino a giovedì 26, prima di un temporaneo rinforzo della corrente a getto, del passaggio a condizioni più clementi e miti.

In pratica, se seguissimo lui, senza guardare altro, la prossima settimana sarebbe inverno ovunque, sia pure con freddo solo moderato, ma con tanta neve a spasso per la Penisola, che dapprima al nord, poi anche in Adriatico, potrebbe fare qualche comparsa anche in pianura.

La cosa divertente è che abbiamo controllato tutte le altre 20 corse e ne è emerso un quadro se possibile ancora più caotico: se infatti negli ultimi 7 giorni la media degli scenari convergeva verso una situazione depressionaria moderata, oggi che la corsa ufficiale disegna uno scenario quasi estremo, gli altri scenari gettano acqua sul fuoco e ipotizzano un'accelerazione del getto già da giovedì 22, riducendo l'invernata ad una comparsata.

Cosa è successo? Che l'imminente cambio della guardia tra modelli ha già creato questa discrepanza che mette in serie difficoltà i previsori.

In questo caso è bene fermarsi a valutare la situazione del maltempo previsto tra giovedì 22 e venerdì 23, fin qui c'è convergenza, fin qui si potrebbe vivere davvero un episodio invernale con tanta neve su Alpi ed Appennini, ma con termiche così ballerine ed inaffidabili al momento non chiedeteci per il momento se nevicherà in pianura. 
  
Vi aspettiamo questa sera per la prima vera emissione da "ufficiale" del run parallelo del modello americano...


Autore : Alessio Grosso

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum