Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Meteo a 15 giorni: continua il via-vai di perturbazioni, ma le ipotesi fredde non tramontano del tutto

L'ingresso di perturbazioni dall'Atlantico continuerà probabilmente per tutta la prima decade di aprile. A seguire non si può escludere una recrudescenza del freddo sull'Italia, anche se le probabilità non solo elevate (circa il 20%)

Fantameteo 15gg - 29 Marzo 2018, ore 15.30

Perturbazioni atlantiche in un contesto umido e piuttosto mite sull'Italia. Sembra essere questo il filo conduttore del tempo che seguirà la prima decade di aprile sul Bel Paese.

Le fasi soleggiate comunque non mancheranno e saranno ubicate tra una perturbazione e l'altra.

Dopo la pausa discretamente soleggiata che accompagnerà il periodo pasquale, la prossima si prevede sull'Italia tra giovedì 5 e venerdì 6 aprile (prima mappa).

La media degli scenari del modello americano pone per venerdì 6 aprile la presenza di un cuneo anticiclonico tra due perturbazioni distinte, che assicurerà 24-36 ore di relativa stabilità e mitezza sull'Italia.

Volgendo lo sguardo oltre e arrivando a domenica 8 aprile (seconda mappa) la media degli scenari del modello medesimo pone l'approssimarsi di una perturbazione da ovest che farà inevitabilmente peggiorare il tempo sull'Italia ad iniziare dai settori occidentali.

Lunedi 9 aprile la perturbazione dovrebbe essere in piena azione sull'Italia con piogge e rovesci in transito dal centro-nord verso il meridione. Nevicherà solo sulle Alpi a quote di media montagna e il contesto termico dovrebbe restare abbastanza mite.

Dopo una pausa identificabile al momento nella giornata di martedi 10 aprile, un nuovo elemento perturbato potrebbe approssimarsi sull'Italia tra giovedì 12 e venerdì 13 aprile con un l'ennesimo carico piovoso ad iniziare dai settori di ponente, ma che si estenderà progressivamente a tutta la nostra Penisola.

C'è però ancora un'incognita che dobbiamo menzionare, anche se complessivamente poco quotata tra le maglie del modello americano.

 

Alcune ipotesi estreme dell'elaborato di oltre oceano non disdegnano l'idea di un allungo dell'alta pressione delle Azzorre verso nord con l'innesco di una fase perturbata e fredda sullo Stivale attorno alla metà di aprile.

Le possibilità di realizzo sono molto basse, attorno a 20%, come è menzionato nella mappa. E' assai probabile quindi che l'ipotesi di un ritorno del freddo, che sarebbe poco gradito da parte di tutti (natura compresa), nei prossimi giorni si perda nelle nebbie del Fantameteo senza più essere menzionata. Vedremo.

Nota del previsore: il trend seguito dalla primavera nella prima decade di aprile (escludendo ovviamente l'ipotesi fredda estrema) ricalca a pieno titolo la vecchia dinamicità primaverile che negli ultimi anni è stata spesso messa a tacere da anticicloni più o meno invadenti. Accogliamola quindi come un gradito ritorno...

 

 


Autore : Paolo Bonino

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum