Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Meteo a 15 giorni: ci sarà il tracollo dell'anticiclone?

Un bicchiere di vino rosso rovesciato sulla tovaglia europea: così si può sintetizzare la fase anticiclonica anomala che stiamo vivendo. Quanto durerà?

Fantameteo 15gg - 18 Febbraio 2019, ore 15.18

L'anticiclone ha ammazzato l'inverno, perlomeno sull'Italia. E' stata potenzialmente una delle stagioni più promettenti e per questo forse più deludenti di sempre, non è bastato il minimo solare, un Nino debole, un vortice polare disturbatissimo, uno stratwarming eccezionale, a farci vivere un inverno vero.

A febbraio, quando dovevano entrare in gioco afflussi freddi di grande rilevanza dai quadranti orientali, un "bicchiere di vino rosso" (ALTA PRESSIONE) dall'Algeria si è sparso sul Mediterraneo e sul centro Europa e ha vanificato tutto, tenendo lontano dallo Stivale ogni tentativo di vivacizzare la stagione. Fa niente se magari poi marzo o aprile saranno instabili e freschi, l'inverno è fallito, punto e basta. 

Ora bisogna cercare di capire quando terminerà questo dominio: il modello americano segnala un certo indebolimento del settore orientale della struttura anticiclonica entro martedi 26, con le regioni adriatiche e meridionali interessate da un flusso settentrionale di aria fresca.

Entro sabato 2 marzo la flessione della pressione potrebbe risultare più importante, pur senza riuscire a produrre frutti importanti in termini di peggioramenti sostanziosi: avremo infatti una corrente da nord-ovest che piloterà rapidi impulsi instabili, determinando qualche fenomeno passeggero solo su nord-est, centro e sud, in un contesto comunque non freddo.

Solo da lunedi 4 marzo è possibile che l'anticiclone si indebolisca ulteriormente e conceda a qualche saccatura in discesa dal nord-ovest del Continente di raggiungere il Mediterraneo centrale, favorendovi forse il passaggio di un fronte più organizzato.

Si tratta però solo di un'ipotesi: nel lungo termine infatti le mappe del tempo risultano più indulgenti nei confronti delle perturbazioni atlantiche mentre vedono gli anticicloni più deboli (spesso si tratta di un errore di sottovalutazione che spesso poi pagano anche i previsori).

Del resto sfracelli in questo momento non se ne vedono o non potrebbe essere altrimenti, considerata l'eccezionale anomalia anticiclonica a cui siamo sottoposti.

SINTESI previsionale da martedi 26 febbraio a martedi 5 marzo:

da martedi 26 a giovedi 28 febbraio: variabile ovunque con passaggi nuvolosi, specie lungo l'Adriatico e al sud con rischio di brevi rovesci, anche nevosi in Appennino oltre i 1000m, ventoso. Moderatamente più freddo in Adriatico e al sud.

da venerdi 1 a sabato 2 marzo: tra venerdi e sabato veloce passaggio di un impulso perturbato da nord-ovest, senza effetti proprio al nord-ovest causa foehn, nubi e qualche fenomeno passeggero altrove. Spruzzate di neve in Appennino centrale e meridionale oltre i 1000m. Un po' ventoso. Temperature in aumento al nord-ovest, stazionarie altrove.

domenica 3 marzo: bel tempo ovunque. 

lunedi 4 e martedi 5 marzo: nuovo possibile passaggio instabile con nubi ovunque e qualche precipitazione passeggera, martedi già migliore al nord-ovest, attendibilità bassa.




 


Autore : Alessio Grosso

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum