Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Marzo virerà presto verso il freddo?

L'arrivo della seconda decade di marzo porterà con sè una potenziale ondata di freddo fuori stagione, stravolgendo nuovamente le carte in tavola tramite un evidente dietrofront stagionale. Le ripercussioni sulla circolazione atmosferica si prolungherebbero sin verso il 20 del mese avviando una lunga fase instabile e talvolta anche fredda.

Fantameteo 15gg - 5 Marzo 2013, ore 15.45

Una volta concluso il lungo periodo instabile che caratterizzerà il tempo almeno sino al 10 marzo, l'arrivo della seconda decade marzolina potrebbe sancire l'avvio di una fase di freddo fuori stagione sull'Italia e sull'Europa. Un profondo ed esteso abbassamento del geopotenziale potrebbe condizionare buona parte del mese corrente, proponendo recrudescenze d'aria fredda da nord o da est con alcune fasi instabili che a più riprese interesserebbero alcune zone del nostro stivale.

L'avvio di questa fase di grande dinamismo atmosferico, affonderebbe le proprie radici nella prolungata fase fredda che potrebbe interessare l'Italia e l'Europa a partire da lunedì 11. Al momento non sono ancora ben chiariti quali saranno gli effettivi risvolti che una tale massa d'aria così fredda potrebbe determinare nella circolazione atmosferica tra Europa e Mediterraneo.

Quello che al momento ci sentiamo di preannunciare con una certa sicurezza, sarà una depressione del geopotenziale su larga scala, in grado di condizionare le sorti del tempo sul nostro Paese sin verso la terza decade di marzo. D'altro canto il periodo stagionale attuale remerebbe a favore di uno spiccato dinamismo atmosferico. L'anticiclone conseguentemente resterebbe ben lontano dai nostri lidi, limitandosi a sfiorare l'estrema Europa occidentale.

La presenza di geopotenziali e temperature ancora piuttosto basse a cavallo tra Europa centro orientale e penisola Scandinava, andrebbe in contrapposizione con l'atmosfera anticiclonica e le masse d'aria più miti che stazionerebbero sul vicino Atlantico. Si tratterebbe a tutti gli effetti di un tipo di pattern caratteristico della stagione invernale che in qualche modo verrebbe "preservato" sino a quando il delicato equilibrio che separa l'imporsi netto di una stagione rispetto all'altra, verrà interrotto.

Quando potrebbe accadere tutto questo?

Con l'arrivo della terza decade di marzo la situazione potrebbe radicalmente cambiare. Le previsioni sul lunghissimo termine lasciano infatti intravedere l'avvio di una fase maggiormente anticiclonica e decisamente più mite rispetto a quella che ci interesserà nelle prossime due settimane. Tutto questo potrebbe avviare a tutti gli effetti i primi sensibili tepori di una primavera che tenterà sempre più di imporre la propria voce.

Sintesi previsionale da mercoledì 13 a giovedì 21 marzo:

Mercoledì 13 - giovedì 14: aria fredda investe il nostro Paese determinando un calo delle temperature maggiormente avvertibile al nord dove potrà essere accompagnato da episodi di instabilità pomeridiana. Sulle regioni del centro e del sud tempo instabile ed a tratti piovoso ma con temperature più tiepide.

Venerdì 15 - sabato 16: l'Italia subisce ancora l'influenza marginale di una massa d'aria molto fredda stazionante sul nord-est europeo. Tempo migliore al nord, lungo le regioni tirreniche e sulla Sardegna. Qualche episodio di instabilità lungo i settori adriatici e sul Mezzogiorno. Temperature in modesto aumento al nord e sui versanti tirrenici, più freddino al sud e lungo i settori adriatici.

Domenica 17 - lunedì 18: nuovo veloce affondo perturbato determina ancora condizioni di instabilità al centro-sud con temperature freddine ed alcune precipitazioni. Soleggiato e relativamente più tiepido su Italia settentrionale.

Martedì 19 - giovedì 21: area anticiclonica dall'oceano Atlantico e dall'Europa occidentale estende la sua influenza sino all'Italia determinando un miglioramento delle condizioni atmosferiche anche al meridione. Aumento delle temperature soprattutto in quota e nelle zone lontane dal mare.


Autore : William Demasi

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 17.43: A14 Pescara-Bari

blocco

Tratto chiuso causa fumo nel tratto compreso tra Cerignola Est (Km. 589,2) e Foggia (Km. 554,1) i..…

h 17.43: A1 Firenze-Roma

coda incidente

Code per 6 km causa incidente nel tratto compreso tra Firenze Certosa (Km. 295,5) e Incisa - Regge..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum