Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Marzo pazzerello: prepariamoci a sbalzi termici notevoli!

Sembra destinato a cambiare completamente lo scenario barico sul nostro Paese durante il periodo 6-12 marzo.

Fantameteo 15gg - 27 Febbraio 2012, ore 15.14

Marzo inizierà con l'illusione della primavera facile, favorita proprio in questo periodo paradossalmente dalla mancanza di vegetazione a "fare ombra", da un sole sempre più alto sull'orizzonte e da giornate più lunghe, da una cumulogenesi tutto sommato ancora molto modesta, salvo qualche caso isolato e ad eccezione del meridione, dove risulta attiva in qualsiasi momento dell'anno.

Se poi ci si mette l'anticiclone tosto, con la sua azione di compressione, con la nebbia ormai concentrata solo su coste e bassure, si farà presto a pensare che sia arrivata l'ora di riporre il cappotto. Nulla di più sbagliato. Si stanno preparando grandi manovre sullo scacchiere europeo. L'inverno non vuole affatto abdicare così facilmente e sta preparando la contromossa, una manovra di quelle che non lasciano impassibili gli addetti ai lavori.

L'affondo di una saccatura da ovest, attesa al massimo entro lunedì 5 o martedì 6 marzo, potrebbe isolare un minimo nel Mediterraneo e richiamare da est aria fredda, congiuntamente ad uno sganciamento anticiclonico che porterebbe nuovamente ad una situazione di blocco delle correnti atlantiche con ponte Azzorre-Russia. In questo modo aria decisamente fredda, pur non più freddissima come all'inizio di febbraio, ma comunque FREDDA a sufficienza, si metterebbe in moto verso l'Europa centrale, coinvolgendo FORSE in parte anche quella mediterranea. 

Anche se non fossimo l'obiettivo di quella colata, l'azione avrebbe il merito di riportare la pioggia e la neve laddove in questi mesi sono mancati di più, cioè soprattutto su Toscana, gran parte del nord e segnatamente l'arco alpino, unitamente al resto del Paese, che verrebbe comunque poi raggiunto dalla spirale depressionaria.

Abbiamo comunque deciso di andarci cauti, proponendovi per ora una linea previsionale più moderata, al momento anche quella più razionale e probabile (60%), che prevede sempre un'azione perturbata ed anche il graduale sganciamento dell'anticiclone delle Azzorre verso la Scandinavia a tendere la mano a quello russo, ma con tratti meno marcati.  

Per chi adora le ipotesi estreme (attendibili oggi al 25%), che non devono peraltro essere scartate a priori, pubblichiamo poi alcune "corse" che acuiscono gli effetti della retrogressione fredda, favorendo l'approfondimento di nuove depressioni e esaltando la fenomenologia che, in qualche caso, risulterebbe nevosa anche alle basse quote sia al nord che nelle zone interne del centro.  

E se l'anticiclone finisse ancora per imporsi? Al momento questa probabilità ha solo il 15% di confermarsi, si tratta della percentuale più bassa da noi assegnata negli ultimi 3 mesi a Sua Maestà...Spero voglia perdonarci.


Autore : Alessio Grosso

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 04.55: A1 Firenze-Roma

incidente

Ripristino incidente causa incidente nel tratto compreso tra Firenze Sud (Km. 300,9) e Firenze Cert..…

h 03.55: A30 Caserta-Salerno

vento-forte

Vento forte nel tratto compreso tra Allacciamento A1 Milano-Napoli e Salerno - Raccordo Salerno-Ave..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum