Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Lungo termine: non mancheranno fasi dinamiche e fredde

Anche l'ultima decade del mese di gennaio dovrebbe trascorrere su binari abbastanza consoni alla stagione in corso.

Fantameteo 15gg - 17 Gennaio 2013, ore 14.27

L'ondata di freddo che ha sancito il ritorno dell'inverno sull'Italia, lascerà presto il posto a correnti più miti di provenienza meridionale. Questo, oltre a determinare un aumento delle temperature, manterrà un trend complessivamente piovoso e perturbato sulla nostra Penisola, con la neve che si arroccherà sulle Alpi.

L'inverno italico è così: vive di episodi freddi che si alternano a fasi più miti. La cosa importante è scongiurare lunghi e asfissianti periodi anticiclonici, con stasi atmosferiche e completa assenza di fenomenologia, come troppo spesso è successo in passato.

Dando una rapida occhiata alle principali elaborazioni in nostro possesso, possiamo quasi escludere che la situazione sopra accennata diventi realtà. Vi saranno fasi meno fredde, che si alterneranno ad episodi propriamente invernali, ma la dinamicità sembra essere il filo conduttore del tempo sull'Italia almeno fino alla fine di questo mese.

A titolo di esempio, ecco una cartina invernale in tutto e per tutto, valida per le ore centrali di venerdì 25 gennaio. Non prendiamo la posizione dei centri di alta e bassa pressione come oro colato, ma inquadriamo l'elaborazione nel suo insieme, come ogni volta che si tenta di elaborare una previsione a lungo termine.

L'alta pressione resterà defilata ad ovest. Spesso offrirà la sua spalla alle correnti nord-occidentali piu umide, che piloteranno sistemi nuvolosi dall'Atlantico verso il nostro Paese, in un contesto solo relativamente freddo, ma instabile/perturbato.

Altre volte ( come nel caso della cartina) l'alta pressione atlantica si ergerà verso nord in direzione delle Isole Britanniche, promuovendo discese fredde sul nostro Continente. Queste, entrando nel Mediterraneo, daranno luogo a depressioni da contrasto forierre di piogge e nevicate anche a bassa quota, specie al centro-nord.

Al momento non si rileva la possibilità di eventi di freddo estremo, tuttavia la situazione andrà monitorata di volta in volta. Qualora l'alta pressione riuscisse a formare un blocco coriaceo in Atlantico ( ipotesi che non si può del tutto scartare) si spalancherebbero le porte del gelo anche per l'Italia.

Insomma, molta carne al fuoco, a corollario di un mese di gennaio abbastanza dinamico ed interessante per i nostri lidi...e visti i chiari di luna degli ultimi anni, non è poco!

 


Autore : Paolo Bonino

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 07.48: A56 Tangenziale Di Napoli

rallentamento

Traffico rallentato causa traffico intenso nel tratto compreso tra Fuorigrotta (Km. 10,6) e Corso M..…

h 07.48: A12 Genova-Rosignano

coda rallentamento

Code causa traffico intenso nel tratto compreso tra Genova Est (Km. 4,2) e Allacciamento A7 Milano-..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum