Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

La storia che si ripete: estate incerta anche nella seconda metà d'agosto?

Il tempo a cavallo tra la seconda e la terza decade di agosto, potrebbe continuare a proporre la stessa "ricetta" atmosferica degli ultimi mesi. Provvidenziali anticicloni si alterneranno a "monologhi d'instabilità" con effetti soprattutto sui settori centro-settentrionali dello stivale. Tempo migliore al meridione.

Fantameteo 15gg - 11 Agosto 2014, ore 15.30

Una stagione estiva marchiata dall'instabilità. Neanche spingendo il nostro sguardo su distanze previsionali estremamente lunghe, si intravvede una reale via di uscita a quella che potrebbe essere l'esito finale dell'estate 2014. Pochi e rari i momenti di solleone, altrettanto rari i momenti in cui l'anticiclone è riuscito a proteggere in modo efficace l'intera penisola italiana.

La debolezza delle fasce anticicloniche subtropicali dovrà adesso battersi anche con il fisiologico processo di avanzamento stagionale. L'accorciamento delle giornate che diverrà giorno dopo giorno sempre più importante, favorirà i primi accumuli di freddo in sede polare, fornendo così linfa vitale all'approfondimento di alcune circolazioni depressionarie via via più intense e concentrate prevalentemente sui settori europei nord-occidentali. La depressione attesa questa settimana, svolgerà senza dubbio un ruolo importante nel generare un nuovo abbassamento dei valori di pressione e geopotenziale in sede europea. Una generale limata all'invandenza degli anticicloni che saranno inseriti in un contesto di maggiore dinamicità rispetto quanto accaduto nell'ultima settimana.

La circolazione media a livello europeo seguiterebbe a restare occidentale
, depressioni ed anticloni quindi, si alternerebbero la scena senza indugiare troppo su una porzione o l'altra di territorio europeo. Merito di tutto questo, il fluire della corrente a getto che favorirà l'evoluzione abbastanza rapida delle figure bariche sul bacino del Mediterraneo.

In questo frangente le temperature previste si manterrebbero a debita distanza dai valori di gran caldo che hanno caratterizzato altre estati del recente passato.

Quest'ultimo sarà certamente presente, ma nella sua forma più intensa dovrebbe riguardare segnatamente le regioni meridionali mentre al centro e soprattutto al nord, l'influenza delle masse d'aria fresche provenienti dall'Atlantico limiterebbero le onde di calore allo spazio di pochi giorni, senza portare eccessive ripercussioni sui valori di temperatura al livello del suolo.

Questa evoluzione trova conferma non solo dalla previsione ufficiale del modello americano ma anche dai run alternativi. L'intero panorama previsionale dipinge una linea di tendenza che viaggia di pari passo con quanto previsto anche dal centro di calcolo europeo.


Autore : William Demasi

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum