Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Il tempo da mercoledì 5 dicembre a giovedì 13: primi sbuffi invernali?

La depressione che nei prossimi giorni interesserà vaste zone del continente provocherà un definitivo passaggio stagionale dall'autunno all'inverno. Nel contempo un ritrovato anticiclone delle Azzorre farà capolino per la prima volta dopo diversi mesi sull'Europa occidentale. Alla luce di queste novità come potrebbe trascorrere la prima metà di dicembre?

Fantameteo 15gg - 27 Novembre 2012, ore 15.00

Dopo un periodo durato parecchi mesi in cui una radicata anomalia di geopotenziale interessava l'Europa occidentale ed il vicino Atlantico, già da qualche emissione modellistica emergono delle novità in merito ad un probabile cambio di pattern atmosferico previsto entro i primi giorni dell'inverno meteorologico.

Questo cambio di pattern è in realtà provocato da un graduale aumento della pressione in sede europea occidentale. Dopo il passaggio di quest'ultimo impulso perturbato infatti la situazione potrebbe finalmente proporre degli scenari diversi rispetto a quanto è accaduto sinora. La falla barica in sede iberica potrebbe almeno in parte riassorbirsi agevolando sull'Europa e sull'Italia l'arrivo di un tipo di tempo certamente più freddo (anche molto freddo sull'Europa nord-orientale) in grado di stringere l'occhiolino ai primi scenari invernali della stagione 2012-2013.

Al momento difficile stabilire come ed in che modalità avverrà il raffreddamento in sede europea. Quello che appare una costante di tutte le uscite modellistiche è la tendenza ad un graduale ed intenso raffreddamento della temperatura su parte della Russia e soprattutto la penisola Scandinava. L'inverno alle nostre latitudini in fin dei conti potrebbe partire proprio da questi settori qualora una disposizione favorevole delle figure bariche estendesse l'influenza di questo serbatoio freddo sin verso il Mediterraneo.

Come sempre quando si parla di previsioni a lunghissimo termine ci sono dei se e dei ma.

La domanda che sorge spontanea: quando potrà risultare invadente il ritrovato anticiclone delle Azzorre sull'Europa occidentale?

Al momento difficile stabilirlo. Dai modelli appare ormai da qualche run la tendenza ad un certo aumento della pressione in sede franco-iberica con tendenza ad una graduale migrazione del polo dell'attività ciclonica dall'estrema Europa occidentale verso i settori centrali ed orientali.

Questa tendenza va presa come linea guida generale e non pretende certo di andare a scavare nel dettaglio su quello che potrebbe accadere ad ogni singola depressione. Personalmente riteniamo difficile l'espansione netta dell'anticiclone sin verso l'Europa centrale.Troppo disturbato quest'anno il Vortice Polare, impossibile pretendere di trasformare completamente nel giro di una manciata di giorni un comportamento dell'atmosfera ormai radicato da diversi mesi.

La ricetta di questo dicembre 2012 potrebbe essere anticiclone sull'Europa occidentale e freddo sull'Europa dell'est ed i settori centrali, senza dare troppa enfasi al freddo o all'alta pressione.

Sintesi previsionale da mercoledì 5 dicembre a giovedì 13 dicembre:

Mercoledì 5 - giovedì 6: probabile passaggio perturbato sul Paese con fenomeni soprattutto al centro ed al sud. Modesta flessione termica, freddo moderato al nord, solo fresco al centro ed al sud. Le temperature più fredde saranno ad appannaggio dell'Europa nord-orientale e la Scandinavia.

Venerdì 7: passaggio di un promontorio anticiclonico con temporanea fase di tregua su tutto il Paese.

Sabato 8 - domenica 9: intenso (ma rapido) fronte perturbato da ovest verso est con precipitazioni concentrate soprattutto al nord dove la neve inizialmente potrà cadere a bassa quota.

Da lunedì 10 a giovedì 13 veloci impulsi di aria fresca da nord-ovest su Europa occidentale e centrale. Freddo moderato segnatamente al nord ma senza picchi eccessivi.

In ambito Europeo possibile graduale consolidamento di freddo intenso su Scandinavia ed alcuni settori della Russia.

 

 


Autore : William Demasi

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum