Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

I primi tepori primaverili faranno ben presto capolino sul nostro Paese

Con tutta probabilità l'arrivo della prima decade di marzo, sancirà un certo cambio di pattern imposto dall'avanzare inesorabile della stagione primaverile. Alcune giornate piuttosto tiepide potrebbero far capolino su diversi settori del paese. Esiste tuttavia l'incognita di un ultimo colpo di coda invernale che resterà sempre possibile almeno sino metà marzo.

Fantameteo 15gg - 26 Febbraio 2013, ore 15.20

Una volta definitivamente esauriti gli effetti della vecchia circolazione fredda ed instabile sull'Europa e sul Mediterraneo, tutt'altro tipo di circolazione potrebbe ben presto tornare a governare il Paese. Si tratterebbe essenzialmente di una circolazione d'aria più tiepida di natura oceanica che dal vicino oceano Atlantico porterebbe il suo respiro sin verso l'Europa centrale e l'Italia. In prospettiva questo tipo di circolazione porterebbe alcune precipitazioni al nord ed un primo sensibile aumento delle temperature sulle estreme diffuso al Mediterraneo e l'Europa.

Questa linea di tendenza trova già da alcuni giorni delle conferme sia dal modello americano GFS che da quello inglese ECMWF. Il cambio di pattern sarebbe provocato dallo scavarsi di una profonda e persistente depressione ad ovest del Regno Unito. Una serie di impulsi perturbati trasporterebbero aria tiepida ed umida dall'oceano Atlantico sino al cuore dell'Europa. Le temperature andrebbero mitigandosi anche sui alcuni paesi oltralpe dove l'inverno nelle ultime settimane ha fatto sentire la sua voce più che sulla penisola italiana.

Esiste tuttavia l'incognita di un potenziale colpo di coda della stagione invernale.

Il modello americano GFS di tanto in tanto propone una potenziale evoluzione fredda ed instabile con l'arrivo della seconda decade di marzo. Come di sovente accade durante il periodo invernale, il colpo di coda del freddo e della neve giungerebbe in conseguenza di una elevazione verso nord dell'alta pressione che trascinerebbe aria mite sino alle alte latitudini settentrionali.

Ne riparleremo nei prossimi aggiornamenti.

Intanto teniamoci pronti all'arrivo sull'Europa del soffio umido e tiepido atlantico che al momento pare l'ipotesi più probabile.

Tendenza previsionale da mercoledì 6 marzo a giovedì 14 marzo:

Mercoledì 6 - giovedì 7: vigorosa depressione sui mari occidentali italiani convoglia un flusso di venti umidi e temperati verso l'Italia. Tempo grigio ed umido sulle regioni settentrionali con precipitazioni sparse e temperatura non fredda sulle coste, dove i venti risulteranno meridionali. Freddo umido nelle pianure. Addensamenti lungo tutte le coste tirreniche con maggiori schiarite solo al sud dove le temperature aumenteranno maggiormente.

Venerdì 8 - sabato 9: ancora un flusso di venti occidentali trasporta corpi nuvolosi verso l'Europa centrale ed orientale. La pressione ed il geopotenziale tendono ad aumentare sulla penisola Iberica determinando un miglioramento delle condizioni atmosferiche sull'Italia con particolare riferimento alle regioni settentrionali. Temperature piuttosto miti ovunque.

Domenica 10 - lunedì 11: un campo di alta pressione determina un miglioramento del tempo su quasi tutto il Paese. Tempo soleggiato e tiepido soprattutto in montagna dove le temperature risulterebebro particolarmente tiepide.

Martedì 12 - mercoledì 13 - giovedì 14: una nuova depressione andrebbe scavandosi sulla penisola Iberica determinando l'arrivo sul suolo italiano di un nuovo flusso di venti meridionali. Nubi e precipitazioni a partire dalle regioni occidentali italiane, coinvolgerebbero progressivamente tutto il Paese. Temperature sempre su valori miti con ventilazione meridionale e neve solo in montagna.

 


Autore : William Demasi

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum