Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Estate alla riscossa al centro-sud, instabilità ad oltranza al nord?

Proviamo a dare uno sguardo a quella che potrebbe essere l'evoluzione atmosferica attesa nell'ultima parte di agosto. Anche gli ultimi aggiornamenti modellistici, mettono in risalto una situazione di instabilità che tende a rinnovarsi sulle regioni settentrionali mentre maggiori occasioni di caldo e stabilità predominerebbero al mezzogiorno. Andrà veramente così?

Fantameteo 15gg - 13 Agosto 2014, ore 15.30

L'aria più fresca di origine atlantica, veicolata da alcune importanti circolazioni cicloniche collocate sull'Europa nord-occidentale, sembrerebbe volenterosa di continuare ad influenzare il nostro Paese. Se da un lato infatti avremo delle provvidenziali risalite d'aria più calda veicolate dall'anticiclone che al meridione farà la sua comparsa abbastanza spesso, dall'altro lato avremo a che fare con una situazione atmosferica sempre abbastanza incerta per quanto concerne l'evoluzione del tempo attesa sulle regioni settentrionali.

L'aria più fresca di origine atlantica avrebbe qui maggiori garanzie di riuscita, penetrando sul bacino del Mediterraneo senza troppe difficoltà e agevolando di conseguenza il mantenimento di moderate condizioni d'instabilità. Tale situazione sarebbe oltremodo favorita da una caduta persistente della corrente a getto in corrispondenza dei settori europei centro-occidentali, secondo un asse che garantirebbe condizioni cicloniche “quasi” costanti su Francia, Regno Unito ed occasionalmente, penisola Iberica. Su queste aree del continente, le ondate di caldo portate dall'alta pressione diverrebbero merce rara.

Gli anticicloni avrebbero invece vita facile sul Mediterraneo orientale. Essi trarrebbero origine proprio dalla presenza delle circolazioni depressionarie collocate sull'ovest del continente, i cui richiami caldi prefrontali regalerebbero linfa vitale all'alta pressione, favorendone uno sviluppo ed un mantenimento sui settori sopraccitati. Secondo uno schema ben collaudato, questo tipo di circolazione atmosferica potrebbe quindi influenzare lo stato del tempo italiano anche per la terza ed ultima decade di agosto, concludendo il periodo dell'estate meteorologica all'insegna dell'instabilità al nord, con qualche bella pausa soleggiata al centro e soprattutto al sud.

Andrà veramente così?

Al momento è impossibile stabilire nel dettaglio quale potrebbe essere la reale evoluzione atmosferica a queste distanze temporali. L'idea di fondo che traspare dalle previsioni a lungo termine, pongono tuttavia dei paletti alla circolazione atmosferica, escludendo per esempio, la presenza di anticicloni radicati sull'Europa occidentale. Questa sfumatura previsionale, lascia presupporre la presenza di una figura barica antagonista (depressione) sull'Europa occidentale con tempo instabile al nord. Maggiori chances d'avere rimonte calde indirizzate al meridione, secondo uno schema che quest'anno è stato ben collaudato.

Uno stravolgimento totale della circolazione atmosferica potrebbe verificarsi con l'arrivo di settembre, mensilità che solitamente sancisce il passaggio di consegne da una stagione all'altra, stravolgendo un po' le carte in tavola delle pedine atmosferiche.

Entro la fine del mese ne sapremo sicuramente qualcosa in più.


Autore : William Demasi

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum