Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Atmosfera tormentata e piuttosto fredda sin verso la terza decade di febbraio

La fase fredda invernale prevista dalla seconda metà di questa settimana potrebbe avere considerevoli ripercussioni anche sulla circolazione atmosferica prevista la seconda decade di febbraio. Prospettive di tempo freddo e perturbato sull'Italia.

Fantameteo 15gg - 5 Febbraio 2013, ore 15.30

Con il graduale indebolimento del vortice canadese si riaprono le speranze di assistere ad una parte conclusiva dell'inverno 2012-2013 sotto configurazioni bariche decisamente più invernali rispetto a quanto successo sinora. L'avvio della fase fredda prevista dalla seconda metà della settimana corrente potrebbe a tutti gli effetti risultare il punto di partenza per una lunga fase di tempo instabile e perturbato sin verso la terza decade di febbraio.

Già da alcuni giorni i modelli a lungo termine ripongono nel cassetto le esasperate vorticità portate dal ramo canadese del Vortice Polare. Sul continente europeo subentrerebbe così tutto un'altro tipo di circolazione dominata spesso e volentieri dalla discesa di masse d'aria fredda dal nord-est europeo. Queste masse d'aria fredda estenderebbero la loro influenza sin verso l'Europa centrale ed occidentale non mancando di far visita al Mediterraneo.

Volgendo lo sguardo al profondo nord-est europeo, il modello americano abbozza già da diversi run la strutturazione di un anticiclone di natura termica proteso dalla Russia sin verso l'Europa centro-orientale complicando ulteriormente la situazione.

Dal canto suo l'anticiclone delle Azzorre andrebbe ritirandosi sempre più verso ovest, favorendo il graduale abbassamento della pressione e dei geopotenziali anche sull'Europa occidentale. Da un lato questo graduale ritiro dell'anticiclone favorirebbe sicuramente una maggiore penetrazione del freddo sin verso l'estrema Europa occidentale, dall'altro la formazione di alcune depressioni potrebbero portare (in prospettiva) un graduale aumento della temperatura sul Mediterraneo centrale ed orientale, condito però da numerose occasioni di precipitazioni. 

Quella appena descritta è un linea di tendenza generale che inquadra a grandi linee quello che potrebbe essere il comportamento dell'atmosfera nelle prossime due settimane. In questa delicata fase di transizione stagionale i modelli risultano assai ballerini proponendo evoluzioni discordanti già a distanze temporali modeste. Si tratta quindi di una linea di tendenza suscettibile di variazioni anche considerevoli. 

Sintesi previsionale da mercoledì 13 a mercoledì 20 febbraio:

 Mercoledì 13: aria fredda da est coinvolge il nostro Paese mantenendo temperature piuttosto rigide soprattutto al centro ed al nord. Qualche precipitazione nevosa a bassa quota sarà possibile lungo i versanti adriatici del centro e del sud.

Giovedì 14: fase di transizione con l'attenuazione dei fenomeni di instabilità al centro sud, interruzione del flusso di aria fredda sull'Italia con la graduale strutturazione di una bassa pressione sul Mediterraneo centro-occidentale, direttamente alimentata da aria fredda proveniente dal nord-est europeo.

Da venerdì 15 a lunedì 18: avvio di una lunga serie di giornate perturbate con numerose precipitazioni concentrate soprattutto al centro ed al nord dove la neve potrebbe cadere a bassa quota. Timido aumento termico sulle regioni del centro-sud.

Martedì 19 - mercoledì 20: l'apertura di un canale atlantico determina l'arrivo sul nostro Paese di una serie di corpi nuvolosi che distribuirebbero precipitazioni su diverse regioni. L'aria fredda punterebbe molto ad ovest, sull'Italia ed il Mediterraneo la decisa imposizione di una sinottica meridionale porterebbe con se un aumento termico accompagnato da frequenti perturbazioni

Linea di tendenza da confermare. Seguite gli aggiornamenti.

 


Autore : William Demasi

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum