Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Sarà un'estate molto calda? Troppo facile...

L'estate non fallisce quasi mai, quindi annunciare già adesso che sarà un'estate bollente è quasi troppo facile. Più coraggioso e rischioso sarebbe affermare il contrario.

Editoriali - 13 Febbraio 2014, ore 13.11

Ci fu l'estate del 2000 che al nord non decollò, mentre risultò decisamente più clemente al centro-sud, specie in agosto, ci fu quella del 2002 che andò presto in crisi, ci fu l'agosto del 2006 che per molti risultò insolitamente fresco e certamente qualche altro scivolone, come ad esempio nel giugno del 2013, o il luglio del 2008, per il resto è difficile ricordare un anno senza caldo estate, troppo spesso anzi con tanto caldo da non poterne più.

Pochi ricorderanno l'agosto bollente del 2001 ad esempio, in cui i temporali arrivarono provvidenziali proprio il 30, dopo settimane di canicola, inutile citare il tremendo 2003 e anche tante altre stagioni in cui i temporali li abbiamo contati sulle dita di una mano.

Il caldo sull'Italia l'abbiamo sofferto anche in molte stagioni degli anni 80 e 90, come dimenticare la rovente stagione estiva del 1983, specie il luglio o l'estate dei devastanti incendi sardi del 94. Insomma, scommettere sull'estate calda solo perchè il Mediterraneo ora è più caldo del normale è troppo facile. Ha fatto caldo anche nell'estate del 1985 dopo un inverno o meglio un gennaio memorabile per intensità di freddo e nevicate, così come nell'estate del 91 dopo un febbraio storico e una primavera molto fresca. 

E' vero, in più ci sarà la graduale virata della quasi biennale oscillazione dei venti nella stratosfera subtropicale su valori negativi, dunque con venti antizonali che potrebbero inibire l'arrivo di aria fresca atlantica, consegnandoci un'estate da forno, ma anche se mancassero entrambi gli elementi citati, la migrazione a nord della cella di Hadley che ha provveduto ad innalzare la fascia degli anticicloni subtropicali verso nord, basterebbe a farci scommettere senza alcuna remora su un andamento complessivamente caldo dell'estate, magari anche estremo considerato cosa sta avvenendo.

Primo però: non abbiamo fatto ancora i conti con la primavera. Se fosse fresca e piovosa tutti i discorsi fatti sul mare caldo crollerebbero di colpo, perchè alla fine interverrebbe una sorta di compensazione termica e anzi, un Mediterraneo fresco potrebbe fare da "calamita" a qualche saccatura in discesa da nord, ma qui la letteratura sull'argomento si divide ed è meglio non perdersi troppo in chiacchiere.

Secondo
: si sottovaluta il fatto che il mare caldo avrebbe comunque l'effetto di potenziare anche quei pochi fronti, le gocce fredde o le infiltrazioni di aria instabile in arrivo nel Mediterraneo, con il risultato di creare mostri temporaleschi in grado di abbattersi rovinosamente sulle zone costiere sia in estate che all'inizio dell'autunno.

Queste sono le cose che andrebbero fatte notare, piuttosto che predire quello che tutti già danno (forse fin troppo) per scontato, cioè che l'estate trascorrerà al sole e al caldo. 


Autore : Alessio Grosso

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum