Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Manca una vera perturbazione da oltre 1 anno: grave anomalia

Non transita un vero fronte con movimento ovest-est da oltre 1 anno.

Editoriali - 21 Gennaio 2012, ore 09.19

Le carte nel medio termine vedono fronti anche spettacolari avanzare verso il Mediterraneo per poi rimangiarsi il tutto a pochi giorni dall'evento, con saccature pronte a  spezzarsi inesorabilmente all'altezza della Costa Azzurra o del Golfo del Leone, senza riuscire ad entrare in maniera decisa e compatta sul Mediterraneo centrale.

Non traggano in inganno le situazioni alluvionali dello scorso autunno: quella era una situazione di blocco, una di quelle pericolose configurazioni che vedono sempre la presenza di un'alta ingombrante più ad est del Paese che non favorisce il passaggio benefico e senza traumi delle perturbazioni, ma lo incattivisce concentrandolo su ristrette fasce di territorio.

Troviamo che la situazione sia gravissima: un fronte che innaffi adeguatamente e in modo democratico il nord e le regioni centrali tirreniche non si vede da oltre un anno. Si è parlato da ormai un ventennio di un rialzo del flusso zonale atlantico, ad eccezione di qualche annata fortunata, specie nel "famoso" mini trend 2000-2010, a cui è stato data forse l'impressione sbagliata (colpevolmente anche da noi) di un ribaltone climatico.

Ora invece siamo tornati a fare i conti con passaggi difficili, anche quando sembra andare tutto in modo apparentemente normale. Va studiata nei dettagli la strana moria di fronti, o per meglio dire, la strana frontolisi che si verifica nel movimento delle perturbazioni tra l'Iberia e l'Italia, che lascia spesso letteralmente a bocca aperta anche gli addetti ai lavori. Si dice che l'aria fredda non alimenti a sufficienza i fronti, si dice che le anomalie delle temperature superficiali del mare giocherebbero un ruolo importante, ma si tratta di spiegazioni ancora troppo confuse e contradditorie.

Di certo sembra quasi che una sorta di triangolo delle Bermuda, tra Baleari, Monaco e la Corsica inibisca i passaggi perturbati. I fronti spesso hanno il "mal di Francia" come si dice in gergo e non riescono a valicare le Alpi, altre volte scompaiono dalle mappe ancor prima di abbordare il Continente e lì la cosa diventa più grave. Lasciate stare l'HAARP però, non è lì che voglio arrivare, qui si tratta di ragionare scientificamente, non fantascientificamente per scoprire le cause di uno strano black-out troposferico. 


Autore : Alessio Grosso

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 04.57: A90-GRA Salaria-Casilina

incidente

Incidente a 1,569 km prima di Svincolo 13: SS5 Via Tiburtina (Km. 29,8) in direzione Area di serv..…

h 04.10: A1 Milano-Bologna

incidente

Incidente nel tratto compreso tra Fidenza (Km. 90,4) e Fiorenzuola (Km. 74) in direzione Milano..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum