Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

La gente se ne frega del cambiamento climatico? Come dargli torto...

Ma quale terrorismo psicologico...

Editoriali - 24 Settembre 2013, ore 09.24

La gente si preoccupa sempre meno dei cambiamenti climatici, da quando ha cominciato a informarsi, leggere e ragionare di più con la propria testa.
L'IPCC esiste solo perchè deve esistere necessariamente un'emergenza sul clima, altrimenti questa commissione di studio sui cambiamenti climatici indotti dall'uomo, sarebbe già stata sciolta.

Naturale dunque attendersi da loro notizie perennemente catastrofiche. La catastrofe che sta provocando l'uomo al territorio la vediamo da soli, non c'è bisogno di una commissione dell'Onu per accorgersi dell'azione selvaggia e barbara dell'uomo contro la natura. Solo che un conto è l'azione sul territorio, molto più difficile far pensare che ciò che facciamo sia davvero in grado di sconvolgere il clima mondiale.

L'IPCC non si pone invece mai alcun dubbio e se i dubbi vengono sollevati da altri scienziati, basta una piallata per metterli a tacere. Così la stasi attuale delle temperature per loro sarebbe solo temporanea e non c'è alcuna necessità di spiegarla. Anzi, per rincarare la dose, è come se il clima si stesse caricando a molla per sparare il suo riscaldamento in modo anche più spettacolare. Come al solito la Commissione Onu invita i governi ad intervenire, molti dei quali non sanno più come salvare la baracca, di fronte a popolazioni sempre più povere, che devono pensare a far quadrare il bilancio famigliare ogni mese e il cui ultimo pensiero è appunto il clima.

Ma come? 209 scienziati e 1500 esperti ci dicono che siamo sull'orlo del baratro e noi ce ne freghiamo? A parte che vorremmo proprio vederli tutti questi esperti e scienziati, a parte che vorremmo proprio capire come fanno a convergere su posizioni così nette oltre 200 menti che avranno sicuramente elaborato sintesi differenti, perchè la scienza da sempre non è mai univoca, ma soprattutto tutti questi annunci catastrofici la gente ormai li sente da 30 anni.

Avevano detto che non ci sarebbe stata più neve sulle Alpi, che avremmo sperimentato un aumento di ben 6°C entro la fine del secolo, che i mari si sarebbero alzati di oltre un metro nell'arco di un decennio. Nulla di quanto pronosticato si è verificato. A questo punto la gente si è stufata, si fa una sonora risata e va avanti, altro che terrorismo psicologico.

Tutto questo certamente non è positivo. La gente deve essere sensibilizzata sui cambiamenti climatici, ma è necessario che tutte le campane vengano sentite, è necessario spiegare alla popolazione che i modelli di simulazione non sono perfetti, è altresì doveroso chiarire perchè una temperatura anzichè salire si blocca, perchè dalla fine della piccola era glaciale non abbiamo guadagnato nemmeno un grado, far presente che non moriremo tutti anche se la temperatura dovesse alzarsi di 2°C in mezzo secolo, ma che sarà necessario adattarsi. 

Investire sulle fonti rinnovabili è sicuramente nobile, ma sappiamo tutti perchè questo non avviene, ci sono interessi fortissimi delle multinazionali a spingere sui combustibili fossili e solo quando questi si esauriranno, l'obiettivo del business cambierà.

Continuare dunque su questa strada assurda del catastrofismo gratuito non porterà a nulla, se non una costante derisione e un colpo di spalle. 


Autore : Alessio Grosso

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 00.21: A56 Tangenziale Di Napoli

incidente

Incidente nel tratto compreso tra ITALIA '90 COMUNE DI NAPOLI (Km. 9,6) e Fuorigrotta (Km. 10,6)..…

h 00.20: SS113 Settentrionale Sicula

incidente rallentamento

Traffico rallentato, incidente a 543 m prima di Incrocio Giammoro (Km. 33) in entrambe le direzio..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum