Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

L'inverno "fuori dai denti..."

Una stagione che non riesce e forse non riuscirà ad ingranare.

Editoriali - 18 Gennaio 2013, ore 14.33

Ci stiamo provando in tutti i modi a rendere "normale" una stagione invernale che francamente sta deludendo le aspettative. E' vero che le stagioni vanno ad episodi, ma ad esempio in estate ormai fa quasi sempre solo caldo, mentre in inverno è molto difficile che i periodi di gelo insistano ormai oltre una settimana e in tutta la stagione alla fine i veri momenti invernali si contano sulle dita di una mano, così come le volte in cui al mattino abbiamo dovuto grattare il vetro della nostra auto per rimuovere il ghiaccio per andare al lavoro.

Ci sono stagioni ovviamente più o meno fredde, questa assomiglia ad una di quelle di "serie B" che hanno caratterizzato la nostra storia recente (pur magari non così osceno come l'inverno 2007-2008) e se non fosse stato per la settimana dal 7 al 14 dicembre (notevoli le due nevicate milanesi del 7 e del 14) e per quella che stiamo attualmente vivendo, potremmo persino dire di aver vissuto un perpetuo autunno.

Eppure le precipitazioni non sono mancate, ma senza freddo la neve a bassa quota stenta, e per il freddo ci vogliono le correnti da nord o da est, perchè altrimenti dall'Atlantico ne arriverà sempre poco, se non un po' verso fine stagione. A far sedimentare il freddo nei bassi strati solitamente compare l'anticiclone, ma l'assenza delle grandi nebbie padane si spiega proprio con la sua latitanza, una pigrizia che ha manifestato però anche rinunciando a sganciare, ad elevarsi verso il nord Europa e anche questo ha fatto in modo che il grande freddo non potesse mai arrivare a noi, facendoci restare in balia del flusso perturbato atlantico.

E così sarà ancora, non sappiamo per quanto. C'era stata l'illusione che i modelli potessero leggere in questi giorni in modo interessante per l'Europa i risvolti del riscaldamento stratosferico polare: in realtà le conseguenze ci saranno, solo che probabilmente risulteranno limitate agli Stati Uniti, dove già si scorge una colata gelida davvero eccezionale pronta a muoversi verso sud.

Qualcuno mi chiede perchè non nevichi mai a Torino: per la sua posizione soprattutto, che la penalizza rispetto alle correnti da SW, che sono risultate nettamente prevalenti sul SE in questo periodo ma anche in altri inverni, perchè è mancato un vero effetto stau indotto da correnti da EST che non sono MAI intervenute, fatto raro, in una stagione invernale ed anche perchè è mancata la vera sciroccata in grado di rifornire adeguatamente di neve non solo il Torinese, ma anche il Cuneese.

Non è pervenuta finora anche la neve a Roma, ma qui i romani non devono abituarsi troppo neve, non è certo la norma per Roma ricevere una o più generose fioccate ad ogni inverno. E'  mancata per tutti una vera ondata di freddo di quelle toste, ma c'è ancora febbraio, qualche sorpresa è lecito attendersela, specie alla luce di quanto avvenuto lo scorso anno... 


Autore : Alessio Grosso

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 17.07: Roma Lungotevere Arnaldo da Brescia

incidente rallentamento

Traffico rallentato causa incidente sulla Ponte Giacomo Matteotti…

h 17.05: SS114 Orientale Sicula

rallentamento

Traffico rallentato, oggetti su strada a 791 m prima di Zona Industriale in direzione Incrocio Me..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum